Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

La pittura tra diagnosi e terapie

Arte e medicina a Villa Luisa con il Gruppo Endocrino Metabolico Asl Napoli 1 ed il Maestro Salvatore Oliva


Arte e medicina a Villa Luisa con il Gruppo Endocrino Metabolico Asl Napoli 1 ed il Maestro Salvatore Oliva
30/09/2009, 13:09

Organizzato dalla Asl Napoli Uno, dal Dipartimento di Medicina ed Oncologia del Presidio Ospedaliero San Gennaro e dal Gruppo Endocrino Metabolico Napoli Uno Centro, per l’intera giornata di giovedì 1° ottobre in Villa Luisa in via Camaldolilli è previsto un “Corso avanzato sulla diagnosi e terapia dei tumori neuroendocrini”. Presieduto dal dottor Santo Monastra e coordinato dai dottori Alfonso Zuccoli e Vincenzo Nuzzo, l’incontro scientifico distribuito durante l’arco dell’intera giornata , si propone di sintetizzare lo stato dell’arte  sulle acquisizioni di fisiopatologia, diagnostica e terapia dei tumori neuroendocrini, realizzando un  confronto tra i vari addetti ai lavori nell’ottica di diffondere sempre di più le conoscenze circa tale patologia sicuramente sottostimata.  “ I tumori neuroendocrini - spiega il dottor Nuzzo-  sono un gruppo di neoplasie che ha richiamato negli ultimi anni notevole attenzione da parte di diversi  specialisti medici. Si tratta di tumori con caratteristiche istologiche e biologiche molto variabili, che possono originare in qualsiasi distretto corporeo, e che condividono l’origine da cellule con fenotipo neuroendocrino. L’ aumento di incidenza di questa patologia considerata un tempo rara è legato molto al perfezionamento delle tecniche diagnostiche sia laboratoristiche che strumentali, radiologiche ed endoscopiche, ma non solo. E’ necessario che i vari specialisti impegnati nella gestione di queste complesse patologie abbiano a disposizione criteri classificativi sempre più orientati a considerare sia gli aspetti morfologici che le caratteristiche cliniche e funzionali ed interagiscano fattivamente nelle varie fasi di gestione diagnostica e terapeutica”. Con un intenso programma di lavoro ed ancora con una lunga serie di significative esperienze a confronto, il corso che darà il via al lavoro di una rete operativa napoletana in grado di far fronte al triste fenomeno dell’emigrazione sanitaria e dei cosiddetti viaggi della speranza, prevede l’intervento di numerosi ed autorevoli specialisti del settore. Al termine della giornata di lavoro curata dalla segreteria organizzativa della Nisotour di Pomigliano d’Arco ed ospitata nella struttura gestita dalla famiglia Giugliano, tanto per consolidare il sempre crescente rapporto tra arte e scienze mediche, seguirà l’inaugurazione della mostra pittorica del maestro Salvatore Oliva che dopo essersi affermato con le sue opere a livello europeo,   presenterà una parte della sua prolifica ed interessante produzione artistica sempre in bilico tra la filosofia della vita e gli elementi della terra.

Commenta Stampa
di Giuseppe Giorgio
Riproduzione riservata ©