Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Il lusso è sempre più tecnologico

AUDI A8: Ecco la nuova ammiraglia dei quattro anelli


AUDI A8: Ecco la nuova ammiraglia dei quattro anelli
01/12/2009, 17:12

Affascinante sportività, tecnologia innovativa e comfort eccezionale: la Audi lancia la A8 della prossima generazione. La nuova ammiraglia dimostra l’avanguardia della tecnica che contraddistingue il Marchio con la sua leggera carrozzeria in alluminio, i motori potenti e altamente efficienti, il sistema di comando MMI ulteriormente perfezionato, i nuovi sistemi di assistenza, i fari completamente in tecnologia LED e un abitacolo elegante, che raggiunge livelli di accuratezza tipici della lavorazione artigianale.

A tutte queste tecnologie la nuova Audi A8 abbina una perfetta sintesi di dinamicità, perfezione nel design e nella lavorazione e nuovi standard di efficienza. La A8 3.0 TDI con trazione anteriore, che verrà presentata in un secondo momento, rilascia solo 159 grammi di CO2 al chilometro e, accontentandosi di appena 6,0 litri di carburante ogni 100 km, ottiene consumi da record nel segmento di lusso.

“La nuova Audi A8 è la berlina più sportiva del proprio segmento”, dichiara Rupert Stadler, Presidente del Consiglio di Amministrazione della AUDI AG. “Oltre a combinare numerose funzioni in un modo nuovo e intelligente, vanta un linguaggio formale e una qualità degli interni senza pari”.

La nuova berlina di lusso, che sarà disponibile nelle concessionarie dai primi mesi del 2010, è un capolavoro della tecnica. La sua carrozzeria elegante e possente, realizzata secondo i principi dell’Audi Space Frame (ASF) in alluminio, pesa circa il 40% in meno di una equivalente carrozzeria in acciaio. Gli interni affascinano per una nuova linea essenziale e una lavorazione indiscutibilmente di alta qualità ricca di attenzione anche ai minimi particolari. A bordo il comfort è di prima classe. Lo sottolineano, tra l’altro, le nuove suggestive luci ambiente e gli eleganti sedili posteriori regolabili elettricamente.

La Audi A8 coniuga sistemi di assistenza particolarmente intelligenti con un’esemplare facilità di comando. La sua “multi media interface” (MMI) introduce un’innovazione pionieristica: un touchpad abbinato al sistema di navigazione opzionale. Tramite l’MMI il conducente può comandare intuitivamente numerose funzioni, come inserire la destinazione scrivendo a mano le lettere sul pad.

Il sistema di navigazione MMI plus è collegato in modo del tutto nuovo ai sistemi di assistenza e sicurezza ulteriormente perfezionati. Legge anticipatamente l’andamento del percorso e mette i dati a disposizione delle centraline per il cambio automatico, i fari e l’ACC Stop & Go. Questi dispositivi sempre più raffinati sono in grado di identificare situazioni potenzialmente pericolose e di assistere il conducente con misure preventive. Fra le nuove tecnologie debuttano un sistema di assistenza alla guida notturna che evidenzia i pedoni rilevati, il sistema di sicurezza “Audi pre sense” e, nel corso del 2010, un indicatore del limite di velocità.

Un’altra raffinatissima soluzione della nuova A8 è rappresentata dai proiettori completamente in tecnologia LED, che svolgono tutte le funzioni di illuminazione con diodi luminosi e conferiscono alla berlina di lusso un volto inconfondibile, di giorno e, soprattutto, nell’oscurità. La loro ottica rivoluzionaria segna l’addio ai moduli luce in forma tubolare attualmente in uso: i fari completamente in tecnologia LED aprono un nuovo capitolo dell’illuminotecnica.

La nuova A8 verrà lanciata con due motori, un 4.2 FSI da 372 CV e un 4.2 TDI, da 350 CV. Poco dopo seguirà un 3.0 TDI da 250 CV. Tutti i motori sono stati migliorati in termini di potenza e coppia, ma i loro consumi si sono ridotti dal 13 al 22%, grazie a tecnologie intelligenti come il sistema di recupero dell’energia e l’innovativo sistema di gestione termica.

Prossimamente verrà presentata una seconda variante del 3.0 TDI da 204 CV a trazione anteriore, con consumi di appena 5,9 litri ogni 100 chilometri nel ciclo UE, corrispondenti a emissioni di CO2 pari a 159 grammi al chilometro, un valore finora mai raggiunto nel segmento di lusso.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.