Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Audi Italia conferma la leadership premium


Audi Italia conferma la leadership premium
10/01/2014, 11:02

Un nuovo record assoluto per AUDI AG: nel 2013 la Marca premium ha venduto circa 1.575.500 automobili nel mondo, con un incremento dell’8,3% rispetto al 2012. Per il quarto anno consecutivo, dunque, le vendite sono cresciute di oltre 100.000 unità.

I maggiori contributi a questa crescita sono venuti dai tre principali mercati di esportazione: Cina (21,2%), USA (13,5%) e Regno Unito (14,9%). In Europa e Cina il Marchio dei quattro anelli mantiene la leadership del mercato premium . Audi ha concluso l’anno con una crescita del 18,4% a circa 130.700 consegne in dicembre, aumentando le vendite in ogni regione del mondo, in rapporto alle performance dello stesso mese nel 2012.

In Europa, Audi ha consegnato circa 732.300 automobili nel 2013 (-0,9%) e ancora una volta è risultata il Marchio premium dalle migliori performance del vecchio continente. Questo risultato consolida la posizione della Marca e si colloca di poco sotto il dato record raggiunto lo scorso anno.

Per quanto riguarda il mercato italiano, i risultati della Marca dei quattro anelli confermano la posizione di leadership che Audi mantiene dal 2008 nel mercato premium. Con 47.738 vetture immatricolate negli scorsi dodici mesi, Audi Italia chiude il 2013 con una quota di mercato del 3,66% in incremento rispetto all’anno precedente e a dispetto della netta contrazione generale del mercato automobilistico.

Questo ottimo risultato è da ricondurre a un’ampia gamma di prodotti che, ognuno nel rispetto della propria unicità, offrono avanguardia tecnologica, performance e piacere di guida. In tutte le vetture Audi infatti è possibile riconoscere quei tratti distintivi che consentono alla Marca di andare incontro alle richieste di una Clientela variegata ed esigente.

Nel 2013, la crescita di Audi è stata accelerata dal successo della nuova generazione di Audi A3, proposta in ben 4 varianti di carrozzeria e che offre proprio nel corso del 2014 interessanti soluzioni di mobilità alternativa con la g-tron a gas naturale e con la e-tron, l’ibrido plug-in. Anche i modelli Audi Q3, Q5 e Q7 hanno garantito un forte incremento nelle consegne, con la Q5 di nuovo migliore nel proprio segmento premium.

Ma Audi può vantare ottimi traguardi in ogni segmento di mercato. A partire dalla Audi A1 che propone motorizzazioni dinamiche, praticità e design giovane, fino alla appena rinnovata A8, ammiraglia della Marca, sempre più ricca di contenuti hi-tech e con motori che sono ancora più potenti ma allo stesso tempo efficienti.

E questa ricerca tecnologica trova la sua massima espressione nelle performance sportive della Marca, che da sempre utilizza le competizioni motoristiche quale banco di prova per le innovazioni che poi vengono rese disponibili sulle vetture di serie.

Esempio efficace sono le versioni RS che, con i loro motori potenti, costituiscono la punta di diamante della gamma di modelli Audi. Sono automobili ad alte prestazioni di indole chiaramente sportiva che portano la firma di quattro GmbH, consociata di AUDI AG e che fanno della trazione integrale quattro un punto cardine delle proprie performance. Da sottolineare a questo proposito, che la trazione quattro, sinonimo di dinamicità di guida, sicurezza e versatilità d’uso in tutte le situazioni di guida, è oggi disponibile su ben 160 modelli dei quattro anelli.

Alla ricerca della migliore performance, la marca Audi ha ora compiuto un ulteriore passo avanti definendo i canoni della strategia ultra, con cui sono stati ripensati tutti i processi che contribuiscono a rendere efficiente la vettura, dalla progettazione alla resa su strada. Obiettivo di ogni Audi ultra sarà il miglior risultato in termini di riduzione di peso, emissioni e consumi.

Nel raggiungimento dei risultati del 2013 per Audi Italia, importante è l’apporto dato dalle vendite delle flotte aziendali, che detengono una posizione di predominanza nel mercato, grazie all’ampiezza dell’offerta ma soprattutto grazie agli elevati valori residui delle vetture Audi che si combinano con un total cost of ownership molto positivo.

Inoltre, resta fondamentale il ruolo svolto dalla Rete dei Concessionari e dei Service Partner che, nonostante la complicata situazione di un mercato difficile, hanno lavorato con costante impegno e con grande attenzione verso la Clientela, ottenendo ottimi risultati in termini di Customer Satisfaction in virtù di un’offerta di servizi dedicati ed esclusivi pacchetti service.

Gli obiettivi di Audi in Italia trovano conferma e supporto nel piano strategico di investimenti che AUDI AG ha comunicato giorni fa. Si tratta di un programma intensivo per i prossimi 5 anni. Fra il 2014 e il 2018 un totale di circa 22 miliardi di euro sarà destinato allo sviluppo di nuovi modelli, a innovazioni tecnologiche e alla continua espansione dei siti produttivi a livello mondiale, inaugurando così un nuovo piano di crescita per la Marca. Per raggiungere, infatti, l’obiettivo dei 2 milioni di consegne annue, la Casa di Ingolstadt prevede di espandere la propria gamma di vetture dagli attuali 49 modelli ai 60 previsti per il 2020.

E oltre allo sviluppo di nuove vetture e di forme di mobilità alternativa, l’attuale programma di investimenti si focalizzerà anche sulla produzione di efficienti motorizzazioni di prossima generazione che permetteranno ad Audi di andare incontro alle sempre più rigorose normative sulle emissioni a livello mondiale.

Per quanto riguarda la gamma di modelli, nel corso del 2014, oltre alle innovative Audi A3 Sportback g-tron e A3 e-tron, quindi, il Marchio dei quattro anelli porterà sul mercato la terza generazione dell’icona di design TT coupé. Inoltre, come annunciato poche settimane fa, a partire dal 2016 Audi produrrà la nuova Audi Q1 a Ingolstadt. Contemporaneamente, la Casa tedesca sta allargando la propria rete produttiva nel mondo.

Oltre ai siti in Germania, infatti, il gruppo Audi si sta espandendo anche in Nord America dove è iniziata la costruzione della fabbrica messicana di San José Chiapa, in cui saranno prodotte le Audi Q5 dal 2016. Inoltre, in Brasile è fissato per il 2015 l’inizio della produzione della nuova A3 Sedan e della Audi Q3. Infine, anche il sito produttivo di Foshan, il secondo a sorgere in Cina, sta per cominciare la produzione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©