Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Audi TT: Coupè e Roadster dalle prestazioni super


Audi TT: Coupè e Roadster dalle prestazioni super
08/04/2010, 21:04

Anche la TT Coupé e la TT Roadster di seconda generazione, come già quelle della generazione precedente, sono state molto apprezzate per il loro design. Lo dimostra, ad esempio, il premio “World Design Car of the Year” conseguito nel 2007. Entrambe le vetture hanno un corpo possente, spalle larghe e una curvatura del tetto slanciata. Si presentano con linee risolute e il loro aspetto dinamico risulta, ora, ancora più scattante.

Sul frontale risalta soprattutto il pronunciato paraurti che avvolge le prese d’aria allargate, disegnando bordi plastici. I fendinebbia sono incastonati in anelli cromati. Sono parte integrante del nuovo look anche la griglia della calandra single-frame in nero lucido e i fari xeno plus (opzionali). Sul bordo inferiore di quest’ultimi sono disposte le luci diurne composte da dodici LED in linea retta che, insieme agli elementi a forma di ala (“wing”) nel corpo dei fari, costituiscono ormai uno stilema tipico del design Audi.

Sul retro i riflettori di forma cilindrica sembrano sospesi all’interno dei gruppi ottici e ne accentuano la dimensione della profondità. Caratteristici anche i grandi terminali di scarico – doppi nel 2.0 TFSI – e il diffusore maggiorato, in nero opaco. A 120 km/h lo spoiler posteriore fuoriesce così da migliorare la deportanza.



La TT Coupé e la TT Roadster sono ora più lunghe di due centimetri e misurano 4.187 millimetri. Immutate invece la larghezza (1.842 mm) e l’altezza (1.352 mm per la Coupé e 1.357 mm per la Roadster). Il passo misura 2.468 mm. Nella gamma delle vernici disponibili per la serie TT compaiono per la prima volta quattro nuove tinte metallizzate: blu Scuba, grigio Oolong, rosso vulcano e grigio Dakota. L’allestimento S line è disponibile nella tinta grigio Daytona perla.

La carrozzeria

L’eccellente efficienza e la grande dinamica di guida della TT non sarebbero possibili senza la carrozzeria realizzata in tecnologia Audi Space Frame (ASF) con struttura ibrida. Nella parte anteriore e fino al montante centrale la carrozzeria è stata realizzata ricorrendo ad alluminio leggero; nella parte posteriore, invece, si è fatto uso di lamiera d’acciaio. Combinando i due metalli gli ingegneri Audi sono riusciti a distribuire in modo perfetto i carichi sugli assi e a rendere estremamente basso il peso complessivo della vettura, che ha così tutte le carte in regola per ottenere prestazioni eccellenti.

La TT 1.8 TFSI pesa appena 1.240 kg, vale a dire oltre 100 kg in meno rispetto alle vetture della concorrenza. Nella Coupé la struttura del tetto è composta al 68% di alluminio (140 kg) e al 32% di acciaio (66 kg) e pesa complessivamente appena 206 kg. La TT Roadster è dotata di specifici rinforzi al montante anteriore e al telaio del parabrezza, nonché di una paratia in acciaio e sottoporta con grandi nervature. Qui i componenti sono per il 58% in alluminio e per il 42% in acciaio.

Le carrozzerie Audi Space Frame della TT sono non solo estremamente leggere ma anche estremamente resistenti e prive di vibrazioni. Rendono così possibile un handling sportivo e preciso, grande comfort acustico e un’elevata sicurezza passiva. Un pacchetto di sistemi di ritenuta perfettamente calibrati protegge i passeggeri in caso di impatto. Come previsto dai principi Audi sulla costruzione leggera, la TT Roadster monta la classica capote in tela che contribuisce a mantenere basso il peso complessivo dell’auto, si integra armoniosamente nelle linee della vettura e, una volta ripiegata, ha un ingombro minimo.



Il soft top è disponibile in due versioni. Nella versione manuale viene aperto e chiuso mediante un unico comando centrale. La capote completamente automatica, opzionale, dispone di un motore elettroidraulico e si apre in soli 12 secondi anche durante la marcia al di sotto dei 50 km/h. Uno strato fonoassorbente supplementare migliora ulteriormente il già ottimo isolamento acustico e termico.

Gli interni

Gli interni della TT hanno un taglio sportivo e sono contraddistinti da un’eleganza dinamica e da una generosa abitabilità. I sedili sportivi di serie hanno il baricentro basso e offrono un’ottima tenuta laterale. La corona del volante sportivo in pelle si presenta appiattita nel segmento inferiore. Le cinque bocchette rotonde di ventilazione e la palpebra bombata, che copre gli strumenti circolari, sono elementi tipici della TT. Come sempre, l’ergonomia è perfetta e la lavorazione accuratissima. All’accensione del quadro, le lancette di tachimetro e contagiri toccano velocemente il fondo scala per poi ritornare sullo zero.

I designer hanno reso gli interni ancora più eleganti. Il volante, la consolle centrale e i rivestimenti delle portiere sono impreziositi da applicazioni in look alluminio, mentre gli anelli, le cornici e le bordature sono di color nero brillante. La modanatura sullo sportellino del cassetto portaoggetti è ora in alluminio spazzolato grigio. Gli interni sono disponibili in tre nuovi colori: marrone nocciola, grigio titanio e rosso granata. Un trattamento impregnante per la selleria in pelle fa sì che i rivestimenti non superino la temperatura di 20° quando la TT si trova al sole.

La TT Coupé e la TT Roadster sono vetture sportive di grande praticità anche nell’uso quotidiano. Gli schienali dei sedili posteriori della Coupé, una 2+2 posti, sono ribaltabili separatamente: una soluzione che permette di aumentare la capacità del bagagliaio sotto il lungo portellone da 292 a 700 litri. La Roadster, che ha un vano bagagli da 250 litri sia a capote abbassata sia a capote alzata, è disponibile a richiesta con un vano passante per i carichi ingombranti.



l motori

Per la TT Coupé e la TT Roadster la gamma motori prevede tre propulsori con quattro cilindri, sovralimentazione turbo e iniezione diretta. I due TFSI a benzina e il TDI sono accumunati da performance sportive, un’esemplare efficienza e consumi diminuiti fino al 14%. I tre motori sono dotati di un sistema di recupero in grado di sfruttare l’energia che si produce in fase di rallentamento o di frenata.

Una novità è rappresentata dal 2.0 TFSI 211 CV (155 kW) che prende il posto del 2.0 TFSI da 200 CV (147 kW) e del 3.2. Il due litri spinge la Coupé con cambio manuale in 6,1 secondi da zero a 100 km/h per farle poi toccare la velocità massima di 245 km/h. A richiesta per il 2.0 TFSI sono disponibili sia il cambio S tronic a sei rapporti sia la trazione integrale permanente quattro. Con questa dotazione lo scatto da zero a 100 km/h avviene in appena 5,6 secondi.

Il sistema “Audi valvelift system” di cui è dotato il nuovo 2.0 TFSI aumenta il rendimento, la coppia e l’efficienza. Nel ciclo di marcia europeo, la TT 2.0 TFSI con cambio manuale consuma solo 6,6 litri di carburante ogni 100 km. Rispetto al modello precedente il miglioramento è di 1,1 litri ogni 100 km. Esemplari sono le emissioni di anidride carbonica che non superano i 154 g/km, quando invece il miglior valore della concorrenza è di ben 199 g/km.

Il 2.0 TFSI può definirsi a buon diritto un motore vincente: per cinque anni di seguito si è aggiudicato il titolo “engine of the year” assegnato da una giuria internazionale di giornalisti. Il suo pacchetto tecnico lo rende potente e gli conferisce un’eccellente ripresa. La coppia di 350 Nm è costantemente disponibile tra 1.600 e 4.200 giri. Questo motore a corsa lunga, con due contralberi che ne assicurando la massima regolarità di funzionamento, è stato ottimizzato per ridurre al minimo l’attrito.

L’“Audi valvelift system” regola su due livelli, a seconda delle esigenze, l’alzata delle valvole di scarico. Riduce così le perdite di gas incombusti nella camera di combustione e fa sì che l’afflusso di gas di scarico nel turbocompressore sia ottimale. Il che, a sua volta, garantisce un rapido incremento della coppia.



La combinazione di sovralimentazione turbo e iniezione diretta, allo stesso tempo, diminuisce le temperature all’interno della camera di combustione e la conseguente tendenza al battito in testa. Ciò permette di ottenere un elevato rapporto di compressione pari a 9,6:1 e migliora quindi il rendimento del motore.

Oltre al nuovo 2.0 TFSI la gamma delle motorizzazioni della TT presenta altri due quattro cilindri. Il 1.8 TFSI, con cambio a sei marce e trazione anteriore, eroga 160 CV (118 kW) e 250 Nm, tra 1.500 e 4.500 giri, spingendo la Coupé in 7,2 secondi a 100 km/h per poi farle raggiungere una velocità massima di 226 km/h. In media consuma appena 6,4 litri di carburante ogni 100 km, con emissioni di CO2 pari a 149 g/km.

La TT Coupé consuma infatti soltanto 5,3 litri di carburante ogni 100 km a fronte di emissioni di CO2 di 139 g/km. Con 170 CV (125 kW) di potenza e una coppia di 350 Nm disponibile tra i 1.750 e i 2.500 giri, tocca i 100 km/h in 7,5 secondi e raggiunge una velocità massima di 226 km/h. Il TDI da due litri è abbinato al cambio manuale e alla trazione quattro.

La trasmissione della forza motrice è affidata, in tutte le motorizzazioni, a un cambio manuale a sei marce assai preciso. Per il nuovo 2.0 TFSI, la Audi fornisce, su richiesta, il cambio a doppia frizione S tronic, in grado di passare da una marcia all’altra senza far percepire alcuna interruzione del flusso di potenza. Questo cambio high-tech è estremamente rapido e confortevole e può essere gestito, a seconda delle esigenze del conducente, in modalità completamente automatica o manuale con i bilancieri al volante (opzionali).

La trazione integrale permanente quattro può essere montata sul 2.0 TFSI, a richiesta, con il cambio S tronic; nel 2.0 TDI, invece, è di serie. La frizione idraulica a lamelle, montata sul retrotreno per una migliore distribuzione dei pesi, viene gestita in modo elettronico. In condizioni di marcia normali la forza motore viene diretta soprattutto sulle ruote anteriori. Se necessario, però, in pochi attimi anche il 100% della coppia può essere reindirizzato sull’asse posteriore. La trazione quattro assicura alla vettura un significativo aumento della stabilità, una trazione ancora migliore e un piacere di guida ancora più intenso.


Costituisce, inoltre, un ulteriore tratto distintivo che differenzia la Audi TT dalle altre vetture del suo segmento.

Il telaio

Le sospensioni anteriori presentano la struttura McPherson con componenti in alluminio che contribuiscono a ridurre il peso delle masse non ammortizzate. Il servosterzo ha un rapporto di trasmissione diretto e preciso e risulta, grazie al comando elettromeccanico, estremamente efficiente. Nell’asse posteriore a quattro bracci si è scelto di ricorrere, a tutto vantaggio del comfort, a una taratura relativamente morbida dei bracci longitudinali. I tre bracci trasversali di ciascuna ruota, per contro, sono collegati rigidamente così da trasmettere con precisione le forze trasversali alla carrozzeria.

A richiesta, sono disponibili per tutte le versioni della TT gli ammortizzatori “Audi magnetic ride” a regolazione elettronica, un ulteriore dispositivo high-tech che sottolinea una volta di più l’esclusività di questa compatta vettura sportiva. Negli ammortizzatori circola un fluido che contiene microscopiche particelle magnetiche. Applicando un campo magnetico viene modificato il comportamento delle particelle e, con ciò, il comportamento ammortizzante del fluido. La gestione degli ammortizzatori adattivi è affidata a un calcolatore che elabora i dati forniti da una serie di sensori.

Il conducente ha a disposizione due diverse mappature di base che, ora, si differenziano ancora più chiaramente l’una dall’altra. I movimenti delle TT Coupé e TT Roadster risultano, in modalità “Normal”, allo stesso tempo equilibrati, confortevoli e agili. In modalità “Sport” forze di smorzamento più intense riducono sensibilmente il rollio. La TT risulta agile e offre un’ottima tenuta di strada, con un’impostazione di fondo estremamente dinamica.

L’“Audi magnetic ride” dispone anche di un’ulteriore opzione: il tasto “Sport”. Premendolo, il conducente può variare in due livelli la caratteristica dell’acceleratore (nei modelli con cambio manuale), l’asservimento allo sterzo e le sonorità dello scarico.



È stato messo a punto anche un nuovo programma di cerchi con 14 varianti. La TT 1.8 TFSI, la 2.0 TDI e la 2.0 TFSI montano di serie cerchi in lega da 17 pollici con pneumatici in formato 245/55. I cerchi hanno diametro massimo di 9Jx19 con pneumatici 255/35. Dietro i cerchi si celano potenti freni con dischi di grande diametro. I dischi anteriori sono autoventilanti.

L’equipaggiamento

Tutte le versioni della TT Coupé e TT Roadster vantano equipaggiamenti di serie di altissimo livello. Da ricordare, ad esempio, il sistema audio Chorus, il sistema d’informazione per il conducente e, nella TT Coupé, il climatizzatore automatico. Il tutto può essere integrato con due sistemi di navigazione, una predisposizione universale per telefono cellulare e il potente sistema Bose Surround Sound. I fari xeno plus, opzionali, possono essere abbinati, a richiesta, alle luci di svolta.

La TT è dotata di serie di un computer di bordo con programma efficienza. Nel display centrale vengono visualizzati tutti i dati rilevanti ai fini del consumo e viene suggerito al conducente come guidare ottenendo le migliori percorrenze. L’indicatore suggerisce di volta in volta la marcia consigliata. Viene indicato, inoltre, quali siano le utenze attive (il climatizzatore ad esempio) e in che modo il loro fabbisogno energetico si ripercuota sul consumo di carburante.

I colori e gli inserti offrono numerose possibilità di personalizzazione. Per la selleria sono previsti, ad esempio, quattro pacchetti pelle, un pacchetto applicazioni e due pacchetti S line. Il pacchetto S line exterior prevede modifiche di design nell’area dei paraurti, della presa d’aria e del diffusore. Il pacchetto sportivo S line prevede interni neri con numerosi raffinati dettagli che impreziosiscono ad esempio il volante, i rivestimenti dei sedili e le applicazioni decorative. Cerchi da 18 pollici e assetto sportivo ribassato di 10 millimetri rendono l’handling ancora più dinamico.

La TT Coupé e la TT Roadster nella nuova versione verranno lanciate nel corso dell’estate.



La Audi TTS e la Audi TT RS

La Audi TTS Coupé e Roadster sono accomunate da un’avvincente sportività. Il due litri TFSI, dotato di un grande turbocompressore e caratterizzato da una serie di migliorie, eroga 272 CV (200 kW) e una coppia di 350 Nm tra i 2.500 e i 5.000 giri. La TTS Coupé con il cambio S tronic a sei rapporti (opzionale) passa da 0 a 100 km/h in 5,2 secondi e raggiunge la velocità massima, limitata elettronicamente, di 250 km/h. Con il cambio S tronic la Coupé consuma in media solo 7,7 litri di carburante ogni
100 km.

La TTS è dotata di serie di ammortizzatori adattivi “Audi magnetic ride”, del tasto “Sport” e di un impianto frenante ad alte prestazioni. Esteticamente la TTS si caratterizza, tra l’altro, per i cerchi da 18 pollici con pneumatici 245/40, una nuova griglia radiatore e prese d’aria cromate. Per gli interni è disponibile la nuova combinazione cromatica argento prisma/nero.

La punta di diamante della gamma TT è costituita dalla TT RS, disponibile anch’essa nelle versioni Coupé e Roadster. Il suo cinque cilindri in linea sovralimentato da 2,5 litri di cilindrata eroga 340 CV (250 kW) e, tra 1.600 e 5.300 giri, una coppia di 450 Nm. Tuttavia i consumi medi si limitano a 9,2 litri di carburante per 100 chilometri.

La TT RS Coupé scatta in 4,6 secondi da zero a 100 km/h; a richiesta la quattro GmbH può aumentare la velocità massima portandola da 250 a 280 km/h. Una valvola di regolazione della sonorità nell’impianto di scarico rende il rombo del cinque cilindri ancora più intenso. Un cambio manuale sportivo a sei marce con rapporti ravvicinati trasmette la forza propulsiva alla trazione integrale permanente quattro. A partire dal prossimo autunno a richiesta la Audi monterà sulla TT RS una nuova versione del cambio S tronic in grado di gestire l’enorme coppia generata dal potente cinque cilindri.



Il cambio a doppia frizione avrà sette rapporti e, con le sue dimensioni compatte, risulterà perfetto per il montaggio trasversale in combinazione con la trazione quattro. La TT RS Coupé con S tronic tocca i 100 km/h in appena 4,4 secondi. Nella TT RS Roadster la barriera dei cento chilometri orari viene infranta un decimo di secondo più tardi e, con il cambio manuale, ancora un istante più tardi. La TT RS presenta di serie vari specifici dettagli di design, i cerchi da 18 pollici e un impianto frenante estremamente potente.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©