Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Auto: una corretta alimentazione diminuisce il fattore rischio


Auto: una corretta alimentazione diminuisce il fattore rischio
31/03/2009, 06:03

Uno spuntino veloce, un bicchiere di vino di troppo, un caffé al volo e subito al volante perché le esigenze quotidiane o talvolta di lavoro lo richiedono.
Oggi giorno si assiste sempre più spesso a scene di  questo tipo anzi, la mancanza cronica di tempo implica a volte la rinuncia alla “ pausa”, questo  piccolissimo spazio temporale nel quale, oltre a dare sollievo al nostro stomaco, diciamo stop ai pensieri, alle preoccupazioni. Ma può l’alimentazione pregiudicare la sicurezza al volante?
In realtà la sicurezza non dipende esclusivamente dall’alimentazione anche perché non esiste una dieta-tipo per ogni automobilista; ogni automobilista può reagire in modo diverso nei confronti dello stesso cibo, così come impiegare il doppio del tempo per digerire una pietanza che qualche giorno prima non gli aveva creato nessuna difficoltà.
Non essendoci regole precise è bene attenersi al consiglio di non abbondare e di dare comunque precedenza ai cibi con pochi grassi.
Molti pensano che mettersi al volante con lo stomaco vuoto può essere una scelta vincente, in realtà non lo è, soprattutto quando si è in procinto di partire per un viaggio di centinaia di chilometri. In questo caso si metterebbe a repentaglio l’efficienza dei propri riflessi. Ma allora, cosa mangiare?
Intanto mangiare, sempre, ma con moderazione optando magari per un primo piatto, come pasta al pomodoro o minestra di verdure, o solo per un secondo a base di pesce (bollito o ai ferri), di carne (alla griglia o ai ferri) o di uova. Il contorno può tranquillamente essere a base di verdure bollite e condite con olio e limone. Da evitare i peperoni, ed i cavoli. La bevanda consigliata a chi è in procinto di mettersi alla guida è senza dubbio l’acqua, mentre invece il tè ed il caffé vanno assunti con moderazione in quanto possono avere un effetto stimolante sul sistema nervoso e rendere difficile la digestione. La frutta è sicuramente l’alimento meglio tollerato dal nostro stomaco e adatto a tutte le ore della giornata, la si può consumare fresca, magari portata da casa, o sotto forma di macedonia. Quando si viaggia in autostrada il pasto unico può essere sostituito da diversi spuntini o, in alternativa, quando la temperatura è elevata, da succhi o nettari di frutta. E’ vivamente sconsigliata, prima di mettersi in viaggio, l’assunzione di vino, birra e superalcolici, anche nei limiti prescritti dalla legge. Una minima deconcentrazione può compromettere seriamente la sicurezza di marcia.

Commenta Stampa
di Davide Montella
Riproduzione riservata ©