Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

L'AIE incoraggia il Governo a fare di più

Avanti con il nucleare in Italia. Servono da 8 a 10 centrali


Avanti con il nucleare in Italia. Servono da 8 a 10 centrali
03/02/2010, 21:02

ROMA – Andare avanti con il nucleare. Questo è quanto dichiarato dal vertice dell'Agenzia internazionale per l'energia presentando a Roma il rapporto Aie 2009 sulla politica energetica italiana, il direttore esecutivo dell'Agenzia, Nobuo Tanaka, ha sottolineato l'esigenza di andare avanti anche come risposta ''a livello delle importazioni di energia e degli alti prezzi'' in Italia: il governo, dice, sta dando ''giusti segnali agli investitori''. Ma servono ''impegni a lungo termine e sostegno alla popolazione''. Per Tanaka l'obiettivo del programma nucleare del governo, produrre il 25% dell'energia elettrica italiana entro il 2030, e' ''ambizioso'' e comporta la necessita' di costruire ''da 8 a 10 reattori nucleari, con una prima centrale operativa per il 2020''.
E per questo obiettivo e' necessario anche ''sviluppare e implementare un processo efficiente per la localizzazione di nuove infrastrutture in materia di energia nucleare assicurandosi che adesso sia associato un processo efficiente e semplificato per la localizzazione degli impianti ed il rilascio di autorizzazioni''. E' quindi necessario spianare la strada alla costruzione di centrali nucleari ed alla scelta dei siti dove realizzarle. Ma, raccomanda l'Agenzia, ''tali misure devono comprendere un vasto programma volto al supporto delle popolazioni locali interessate direttamente da tali piani''.

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©