Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Avviata a Pune la produzione della SKODA Rapid, berlina compatta per l’India


Avviata a Pune la produzione della SKODA Rapid, berlina compatta per l’India
19/10/2011, 11:10

La ŠKODA ha ufficialmente dato il via alla produzione della nuova berlina compatta Rapid, presso lo stabilimento di Pune. La vettura debutterà nel Subcontinente entro la fine dell’anno. La Rapid, assemblata a Pune, è stata sviluppata in base alle esigenze dei Clienti indiani e contribuirà a migliorare il posizionamento della ŠKODA nel Paese. Il nuovo modello gioca un ruolo fondamentale nella strategia di crescita della Casa ceca, che ha come obiettivo l’incremento delle vendite a livello mondiale fino a quota 1,5 milioni di unità entro il 2018.

“Il lancio della Rapid in India sottolinea quanto questo Paese sia importante per la ŠKODA” sottolinea Winfried Vahland, Presidente della ŠKODA. “Vogliamo crescere in tutto il mondo nei prossimi anni e, per farlo, dobbiamo aumentare le nostre attività al di fuori del Vecchio Continente. In quest’ottica, l’India recita un ruolo da protagonista perché, insieme a Cina e Russia, è tra i mercati che possiedono le maggiori potenzialità. La nuova Rapid è la vettura giusta al momento giusto in questo contesto e rappresenta un passo importante per il nostro percorso di crescita”. Secondo le stime degli esperti, l’India sarà tra i 5 principali mercati automobilistici entro la fine del decennio.

La Rapid è un’auto costruita in India e per l’India: offre spazio in abbondanza, un design piacevole, equipaggiamenti di sicurezza appropriati e tecnologia avanzata. Una ŠKODA deve essere “Simply clever” nel DNA ma anche su strada: con una lunghezza di 4,39 metri, una larghezza di 1,70 metri e un’altezza di 1,47 metri, la Rapid si posiziona tra la Fabia e la Laura (Octavia), assicurando la futura presenza del Marchio in quello che è il segmento di riferimento per il mercato indiano.

Lo spazio disponibile a bordo dell’ultima nata in casa ŠKODA è generoso: gli ampi sedili per conducente e quattro passeggeri, l’abbondante disponibilità di centimetri per le gambe e la testa e un volume del bagagliaio di quasi 500 litri assicurano comfort per 5 persone. “La Rapid è un’auto per tutta la famiglia, particolarmente versatile: sufficientemente compatta per la città, così come abbastanza spaziosa per i viaggi più lunghi. Una vera e propria ŠKODA” commenta Vahland.

Il design è convincente e racchiude gli elementi essenziali del nuovo linguaggio stilistico ŠKODA. La Rapid colpisce per le proporzioni perfette e per la precisione delle linee. Le superfici scolpite nettamente, le linee nitide e il frontale espressivo richiamano l’appartenenza alla famiglia ŠODA. L’impressione continua all’interno della vettura: un abitacolo “pulito”, la strumentazione con i display sistemati in modo intuitivo, e l’attenzione al concetto di essenzialità regalano una sensazione di benessere a bordo.

Sono due le motorizzazioni proposte sulla Rapid, entrambe disponibili in abbinamento a un cambio manuale o a un cambio automatico: un 1.6 benzina 105 CV (77 kW) e un 1.6 Turbodiesel common rail 105 CV (77 kW).

Con la Rapid, che va ad aggiungersi ad altri modelli della gamma, la ŠKODA getta le basi per una crescita in India. Attiva nel Paese asiatico già dal 2001, la Casa ceca ha fatto registrare ottime performance anche nel 2011: nel periodo gennaio-settembre, le vendite ŠKODA hanno registrato un incremento del 50% circa. “Vogliamo continuare a crescere in India. Gli investimenti riguardano la produzione, la rete di vendita e quella di assistenza e, naturalmente, i nuovi prodotti: la Rapid recita un ruolo da protagonista” sottolinea Vahland.

La Rapid è il secondo modello, dopo la Fabia, assemblato nell’impianto di Pune, inaugurato nel 2009. Per la produzione in India, la ŠKODA può contare su un ulteriore stabilimento, situato ad Aurangabad, nella regione del Maharashtra. In questa struttura vengono assemblate Superb, Laura (Octavia) e Yeti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©