Cyber, scienza e gossip / Religione

Commenta Stampa

Bacheca delle imprese in Campania per formare laureati


Bacheca delle imprese in Campania per formare laureati
25/01/2012, 16:01

E’ stato pubblicato sull’ultimo Bollettino Ufficiale l’avviso per la costituzione della Bacheca regionale di aziende campane per tirocini formativi per dottorandi di ricerca.

L’avviso individua le modalità per il riconoscimento della idoneità delle PMI ad effettuare il tirocinio e disciplina la tenuta, la gestione e l’aggiornamento dell’elenco.

Centinaia di giovani, per la prima volta in Italia, potranno entrare in impresa per svolgere il loro percorso di alta formazione, direttamente in un luogo di lavoro.

Il progetto è stato realizzato in collaborazione tra gli Assessorati al Lavoro ed alla Ricerca Scientifica della Regione Campania.

Gli 8,5 milioni di euro, messi a disposizione delle università, serviranno per erogare borse di dottorato a laureati per lo sviluppo di progetti di ricerca da realizzare presso le imprese del territorio.

L’elenco è istituito per il periodo 2011 – 2015.

La richiesta di abilitazione può essere presentata dalla data di pubblicazione del bando e per tutta la durata di validità temporale della Bacheca.

L’azienda, attraverso il tirocinio formativo, orienterà le scelte professionali attraverso la conoscenza diretta del mondo del lavoro e realizzerà momenti di alternanza tra studio e lavoro.

Il dottorando vincitore della borsa, selezionato dalle università, potrà scegliere l’azienda accreditata nella bacheca con la quale vorrà sviluppare il proprio progetto di ricerca e formazione. Una commissione di valutazione universitaria seguirà il percorso.


Possono presentare domanda di iscrizione alla Bacheca piccole e medie imprese nonché le Associazioni Regionali rappresentative delle imprese e dei lavoratori che abbiano almeno una sede operativa in Campania e siano in possesso dei requisiti soggettivi richiesti dal bando, ovvero:

● essere piccola o media impresa con sede in Campania;

● possedere un “company profile” coerente con il processo formativo messo in atto;

● consentire al dottorando l’attività formativa in impresa;

● manifestare la disponibilità a sviluppare un processo di formazione specialistica individualizzata nei confronti del dottorando di ricerca, finalizzata all’acquisizione di competenze aggiuntive rispetto a quanto previsto dalla formazione ordinaria.

Alla valutazione dell’istanza di iscrizioni alla bacheca provvede un’apposita commissione.

L’azienda iscritta in Bacheca, dopo essere stata scelta dal dottorando, sottoscrive il patto formativo con lo stesso e l’Università.

Le aziende che non dovessero consentire il corretto svolgimento del processo formativo verranno cancellate dalla Bacheca e dovranno farsi carico, a titolo sanzionatorio, del costo complessivo della Borsa erogata al formando.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©