Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

In poche ore la foto conquista 35 mila 'mi piace'

Bacio gay di un Marine Usa spopola sul Web

Il sergente Brandon: "Non volevo diventare famoso"

Bacio gay di un Marine Usa spopola sul Web
29/02/2012, 12:02

Provocazione, esibizionismo o semplice amore e gioia per il ritorno del compagno. Qualunque sia stato il motivo della pubblicazione di questa foto, un risultato certamente l'ha ottenuto: la notorietà. Sul gruppo Facebook 'Gay Marines' è stata postata la foto di un bacio appassionato tra un marine americano e il suo compagno. Il militare è ritornato pochi giorni fa dall'Afghanistan ed è letteralmente saltato addosso al compagno lasciandosi andare a un bacio spettacolare da cinema. Un bacio e niente di più, ma la foto scattata riprende dietro la coppia un'enorme bandiera americana nella base militare delle Hawaii e potrebbe diventare la nuova icona del patriottismo Usa.
Stelle e strisce sullo sfondo, una divisa da marine tra le braccia di un uomo totalmente coinvolto dal bacio hanno fatto furore tra gli internauti. In poche ore la foto ha ricevuto 35 mila 'mi piace' e più di 4 mila commenti. Il bacio è stato ripreso dai media inglesi e statunitensi. Il quotidiano inglese 'The Mirror' ha paragonato il bacio avvenuto nella base militare delle Hawaii a un altro famosissimo bacio fotografato alla fine della seconda guerra mondiale a Times Square. Quella fotografia scattata da Alfred Eisenstaedt ritraeva un marinaio e un'infermiera in una delle piazze più importanti di New York ed è diventata il simbolo della fine del conflitto mondiale. Non si può ancora immaginare se la fotografia scattata nella base militare delle Hawaii sia destinata a essere ricordata nella storia o a finire nell'oblio delle memorie personali, ma il sergente Brandon ha voluto sottolineare che la sua intenzione "non era quella di diventare famoso o di ostentare i suoi sentimenti" verso il compagno Dalan Wells. "Stiamo insieme da quattro anni - ha raccontato Brandon - e con questo bacio volevamo dimostrarci quello che sentiamo l'uno per l'altro".

Commenta Stampa
di EDiElle
Riproduzione riservata ©