Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Bee – Green Mobility Sharing sceglie altre 20 Renault Twizy per il car-sharing elettrico di Napoli


Bee – Green Mobility Sharing sceglie altre 20 Renault Twizy per il car-sharing elettrico di Napoli
09/05/2013, 10:27

NHP (NeaHelioPolis), società di riferimento nel fornire soluzioni per l’efficienza energetica e servizi per la sostenibilità ambientale, introduce altri 20 veicoli Renault Twizy nella propria flotta di car sharing a Napoli, il primo servizio di mobilità completamente elettrico d'Italia. Il servizio Bee – Green Mobility Sharing, che può così contare su una flotta complessiva di 40 urban crosser 100% elettrici Renault Twizy, rappresenta il progetto più significativo di micro-mobilità urbana a zero emissioni in sharing in Italia, e vede NHP e Renault collaborare nello sviluppo di una soluzione di mobilità alternativa e sostenibile.

 

Bee, primo servizio di green mobility sharing privato in Italia, frutto della collaborazione tra NHP, società di servizi per la sostenibilità ambientale nei settori energetici, di bio-edilizia e di mobilità, e Renault, azienda leader nella mobilità elettrica, amplia la propria flotta di quadricicli 100% elettrici Renault Twizy, integrandone ulteriori 20 ai 20 già acquisiti nel corso del 2012.

Con l’ampliamento della flotta di car sharing, Bee conferma il suo ruolo di progetto più significativo in Italia di micro-mobilità urbana elettrica in condivisione. Terminata con successo nei giorni scorsi la fase sperimentale del servizio, NHP ha scelto di allargare la flotta di veicoli per adattarla a servire in modo rapido ed efficiente il bacino di utenza della città di Napoli, rispondendo alle esigenze di mobilità sia della cittadinanza che dei turisti. Con la sottoscrizione di un abbonamento annuale, mensile, settimanale, week end o giornaliero, Bee consente di prenotare e di prelevare le Renault Twizy presso uno dei Bee Point dislocati in diversi punti della città.

Scelta da NHP per la sua compattezza ed agilità (con una lunghezza di 2,32 m e una larghezza di appena 1,19 m), che ne fanno il mezzo ideale per spostarsi nel traffico cittadino più rapidamente che in automobile, Renault Twizy è una soluzione di mobilità urbana innovativa e pratica, con 4 ruote e 2 posti in linea, e soprattutto completamente ecologica a zero emissioni inquinanti. Il suo design innovativo trasmette sensazioni positive di energia senza trascurare la sicurezza, grazie alla carrozzeria avvolgente, vera e propria “cellula” di sicurezza e serenità, che garantisce un’elevata protezione ai suoi due passeggeri. Dotata di un’autonomia media di 100 km (in ciclo NEDC), Twizy offre agilità e comfort di guida, e le sue capacità di accelerazione nel traffico urbano e peri-urbano sono comparabili a quelle di un veicolo a due ruote.

“La proficua collaborazione con NHP – ha dichiarato Francesco Fontana Giusti, Direttore Comunicazione di Renault Italia – permette a Renault di compiere un ulteriore passo in avanti nel suo programma di affermazione di una mobilità più eco-compatibile, mediante la diffusione dei veicoli 100% elettrici a zero emissioni della propria gamma”. “L’utilizzo del nostro urban crosser Twizy in un servizio così ampio e strutturato di car-sharing dimostra la versatilità del veicolo, mezzo ideale per la città in virtù delle sue dimensioni compatte, la sua maneggevolezza e agilità e ideale quindi come forma alternativa di mobilità e per lo sviluppo dell’intermodalità dei trasporti nei centri urbani”.

“I numeri parlano chiaro: con Bee gli automobilisti possono risparmiare fino a €3000 all'anno, non devono più pensare all'assicurazione, al parcheggio, al carburante, alla manutenzione, possono passare nelle ZTL e sulle corsie preferenziali e contemporaneamente non immettono veleni nell'ambiente - ha commentato Valerio Siniscalco, amministratore di NHP. Basta andare su www.bee.it, punto di partenza e di arrivo di tutto il mondo Bee. Siamo partiti con una decina di Bee Point ed oggi abbiamo già 30 punti tra attivi e in fase di installazione e prevediamo di raddoppiare entro la fine del 2013“.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©