Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Bellezza: iniezioni addio, arriva la "soft restoration"


Bellezza: iniezioni addio, arriva la 'soft restoration'
07/09/2010, 10:09


ROMA - Rimodellare il viso intero senza ricorrere a mille fastidiose punture, in poco tempo, e senza timore di postumi dolorosi. Quello che per molte donne era un sogno ora è possibile, grazie alla "soft restoration", la nuova tecnica che combina i tradizionali filler con delle innovative microcannule flessibili, limitando al massimo l'uso degli aghi. «Una novità davvero rilevante -commenta Patrizia Gilardino, chirurgo plastico di Milano socio del Sicpre, la Società italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica-. Fino a oggi, per intervenire con i filler su tutto il viso era necessario praticare più iniezioni, in molti punti diversi. Il nuovo strumento permette invece di fare poche punture, funzionali a introdurre sottopelle delle cannule che vengono poi direzionate nelle zone desiderate».
Una tecnica insomma che rende ancora più "soft" la medicina estetica: il fastidio durante il trattamento è minimo, e ridotti sono anche il gonfiore e i lividi che solitamente compaiono dopo un intervento "classico". «L'effetto è immediato, e può essere paragonato a quello di un lifting, non chirurgico» aggiunge Gilardino.
La soft restoration è la soluzione perfetta per chi accusa i primi segni dell'età, e vuole mantenere un volto naturale e armonico: «La consiglio soprattutto alle donne che hanno superato i 45 anni e desiderano continuare ad avere un viso fresco e giovane, combattendo i primi, piccoli, inestetismi che rendono l'aspetto stanco e sciupato» suggerisce la dottoressa.
Come funziona? L'intervento si effettua in ambulatorio e dura 30-40 minuti. Il medico pratica con l'ago pochi fori d'ingresso, due o tre per lato, e poi inserisce le microcannule, lunghe e flessibili. Con queste va a raggiungere le zone che hanno bisogno di essere riempite con i filler di acido ialuronico, contenenti un anestetico locale. Il materiale morbido e la punta arrotondata delle cannule sono delicati su tessuti e capillari: traumi ed ecchimosi saranno un ricordo lontano. Dopo il trattamento è subito possibile riprendere le proprie attività: «Normalmente dopo due giorni di modestissimo gonfiore si può già ammirare l'effetto definitivo, che dura anche un anno - assicura Gilardino -. Pur trattandosi di medicina estetica, è importante rivolgersi a specialisti qualificati: si tratta infatti di un intervento che deve essere eseguito da mani esperte per evitare complicazioni o spiacevoli effetti collaterali»
La soft restoration è praticata da qualche anno negli Stati Uniti e in Germania. In Italia è arrivata solo da qualche mese con i prodotti della Q-Med. Il trattamento completo, con l'impiego di quattro fiale di prodotto, costa intorno ai 1200 euro.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©