Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

BIOSCIENCE DAY: A NAPOLI LA GIORNATA INFORMATIVA SULLE CELLULE STAMINALI DA CORDONE OMBELICALE


BIOSCIENCE DAY: A NAPOLI LA GIORNATA INFORMATIVA SULLE CELLULE STAMINALI DA CORDONE OMBELICALE
16/10/2008, 15:10

 

Si svolgerà a Napoli, il prossimo 18 ottobre (Holiday INN - Centro Direzionale, dalle 10,00 alle 18,00) il Bioscience Day, un momento di confronto scientifico nel quale verrà fatto il punto informativo sulla conservazione autologa delle cellule staminali da cordone ombelicale e il loro impiego a fini terapeutici.
Questa giornata si rivolge in particolare alle donne in attesa di un figlio, desiderose di un approccio rigoroso e di informazioni accurate sui benefici della conservazione delle staminali da cordone ombelicale. La presenza a Napoli di Bioscience Institute, in questa giornata, costituisce un momento unico che metterà a disposizione delle future mamme campane, ma anche degli operatori sanitari, gli esperti e il patrimonio di conoscenze scientifiche di uno dei più importanti poli europei in materia di conservazione e ricerca scientifica sulle cellule staminali del cordone ombelicale.
La conservazione autologa delle cellule staminali cordonali e il loro impiego terapeutico rappresentano una delle più avanzate frontiere della scienza medica, una concreta e inconfutabile realtà per la cura di gravi malattie, capace di salvare la vita a malati altrimenti non curabili.
Le applicazioni terapeutiche di cellule staminali da cordone ombelicale sono numerose e in costante aumento. Infatti, la possibilità di utilizzare queste cellule, per trattare una sempre più vasta varietà di patologie, rappresenta l’obiettivo principale su cui è oggi concentrata la ricerca medico-scientifica mondiale. Nonostante ciò, la percentuale di conservazioni, rispetto al numero delle nascite, continua a rimanere bassissima.
Su circa 560.000 nascite registrate in Italia nel 2007, sono state 4517 le famiglie italiane che hanno scelto la conservazione autologa presso banche private, mentre circa 1200 sono i cordoni conservati dalle 16 banche pubbliche e messi a disposizione della comunità per uso eterologo (dati EBMT). Questo significa che in Italia il 99,8% dei cordoni ombelicali finisce ancora tra i rifiuti ospedalieri e, se si pensa che in caso di gravi patologie, come la leucemia, la possibilità di riuscire a trovare un donatore compatibile è solo 1 su 100 mila, si capisce quale immenso valore abbia questo importante gesto di prevenzione.

La causa principale dell’inutile distruzione di decine di migliaia di cordoni ombelicali, ogni anno, è la mancanza di una informazione accessibile e corretta, fondamentale sia per le mamme che per gli operatori sanitari. Il Bioscience Day rappresenta, in questo senso, una grande opportunità per ricevere informazioni direttamente dagli esperti, per capire le possibilità offerte dalla ricerca scientifica e per conoscere le procedure e i requisiti di qualità necessari per una corretta conservazione delle cellule staminali da cordone ombelicale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©