Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Su Twitter: "Fb ko, picco di produttività negli uffici"

Blackout di Facebook in mezza Europa, Asia e Nord America

Problemi rilevati nei 42 server Dns dei tre continenti

Blackout di Facebook in mezza Europa, Asia e Nord America
07/03/2012, 12:03

Una mezz'ora di buio totale. Vittima del blackout è stato oggi Facebook, inaccessibile in molti paesi europei, come Italia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Svezia, Islanda e Spagna. Dalle 08:30 alle 09, ora italiana, gli internauti non sono riusciti a entrare nel loro profilo, neanche a collegarsi al social network. Analoghi problemi sono stati riscontrati in Russia, Egitto, Turchia, Sudafrica, Nepal, Pakistan e nella lontana Corea. Da Facebook molti utenti sono passati a Twitter per esprimere le loro rimostranze, i loro disagi, ma anche tanta ironia. E' subito nato l'ashtag 'facebookdown' ed è stato un rapido susseguirsi di battute del tipo: "Facebook is down, boom di bambini a dicembre" oppure "Facebook ko, ci sarà un picco di produttività negli uffici".
Molti hanno pensato a un attacco di Anonymous, il gruppo di hacker che ha colpito i siti online dell'Fbi, dell'Unione europea, del Parlamento italiano, ma alcuni profili connessi con il movimento hanno negato attraverso il canale di Twitter qualsiasi legame tra il blackout e Anonymous. Le segnalazioni di malfunzionamento sono arrivate dai tanti paesi colpiti e l'azienda di Mark Zuckerberg ha dichiarato attraverso il Belfast Telegraph: "Oggi abbiamo registrato delle difficoltà tecniche che hanno reso il sito inaccessibile a numerosi utenti. Il problema ora è stato risolto e chiunque può nuovamente avere accesso a Facebook. Ci scusiamo per ogni inconveniente". Sembrerebbe quindi un semplice guasto tecnico che però ha mandato in tilt il social network in molti paesi. Il problema è stato rilevato in tutti i 42 server Dns situati in Europa, Asia e Nord America.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©