Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Il sindaco di Andro (BS) ha avuto la pagina fan cancellata

Cacciato da Facebook sindaco razzista


Cacciato da Facebook sindaco razzista
12/04/2010, 13:04

E' facile ingannare i propri elettori o farsi grande con incitamenti alla violenza contro i più deboli; ma quando si entra in Internet e si ha a che fare con la realtà italiana, le cose cambiano, e tanto. Se ne è accorto Oscar Lancini, Sindaco di Andro, comune in provincia di Brescia, salito di recente alla ribalta delle cronache per aver deciso di privare del pasto i bambini della scuola elementare cittadina perchè i genitori non pagavano. Aveva creato (o chi per lui l'aveva creata) una pagina fan, dove aveva scritto, tra le varie cose: "Interessi personali: caccia all'extracomunitario". Le tante segnalazioni ricevute (ci sono dei preallarmi, che il sistema automatico del social network dà, prima del ban) l'avevano spinto ad una modifica, scrivendo "Ovviamente gli interessi personali NON sono la caccia agli extracomunitari (come scherzosamente era stato scritto e come molti, ERRANDO, pensano sia realtà senza però valutare le iniziative che la Lega Nord ad Adro ha attuato e sta attuando a favore SIA DI ITALIANI CHE DI EXTRACOMUNITARI SENZA ALCUNA DISCRIMINAZIONE)". Ma non è bastato ad evitare il ban. Anche perchè non è vera quest'ultima affermazione. Infatti Lancini è noto anche per avere proposto le taglie di 500 euro ai Vigili Urbani per ciascun extracomunitario illegale arrestato. Se non è razzismo questo...

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©