Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Uno studio dimostra: l'effetto è dovuto all'astinenza

Caffè inutile, l'effetto sveglia è solo un'illusione


Caffè inutile, l'effetto sveglia è solo un'illusione
03/06/2010, 15:06

CARDIFF – Chi confidava nella “pausa caffè” per svegliarsi al lavoro si dovrà ricredere. Secondo uno studio condotto dall’Università di Cardiff, non è vero che la “famosa” tazzina di nero rende più svegli: la sensazione, solo apparente, è data dall’astinenza di caffeina. In pratica, c’è bisogno di bere caffè per arrivare allo stesso livello di attività di chi non lo beve.
Lo studio, pubblicato sulla rivista Neuropsychopharmacology, è stato condotto “disintossicando” oltre 400 soggetti, tenuti “a secco” per circa 16 ore. Dopodichè, il gruppo è stato scisso in due: al primo è stata data una dose di caffeina, al secondo un placebo. Ebbene, i risultati hanno mostrato che il placebo produceva lo stesso risultato del caffè, aiutando l’organismo a recuperare lucidità nei soggetti che non ne erano dipendenti. "Il nostro studio dimostra che non c'è nessun effetto positivo nel consumo di caffeina” - ha spiegato Peter Rogers, uno degli autori dello studio- “anche se qualcuno si sente più attivo, al massimo viene riportato al livello degli altri".

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©