Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Studio pilota e sperimentazione a Catanzaro

Calabria: undici comuni contro l’obesità


Calabria: undici comuni contro l’obesità
18/09/2011, 10:09

CATANZARO -  Ricerca per contrastare il sovrappeso e l'obesita' nell'eta' evolutiva,  in undici comuni della provincia di Catanzaro . L'idea, la cui metodica e' stata proposta, a livello nazionale, quale studio pilota, e' nata nel corso di un convegno svoltosi a Chiaravalle Centrale, dal Prof. Pietro Migliaccio, clinico - nutrizionista, presidente della Sisa.
In Italia un bambino su quattro e' in sovrappeso, mentre l'obesita' in eta' evolutiva ha una incidenza maggiore nelle regioni del sud. In Calabria il fenomeno riguarda il 16% dei bambini.
L'OBESITÀ è una condizione medica in cui si è accumulato del grasso corporeo in eccesso nella misura in cui esso può portare ad un effetto negativo sulla salute, con una conseguente riduzione dell'aspettativa di vita e un aumentato dei problemi di salute. L'indice di massa corporea (IMC) è un valore che mette a confronto peso e altezza, definendo le persone in sovrappeso (se il loro IMC è compreso tra 25 e 30 kg/m2) e obese quando è maggiore di 30 kg/m2.  L'obesità è una patologia tipica, anche se non esclusiva, delle società dette "del benessere". Essa è quasi sempre correlata ad altre malattie, tra queste le disfunzioni cardiocircolatorie, il diabete mellito di tipo 2, patologie a carico del sistema osteo-articolare, ictus, sindrome da apnea notturna e alcuni tipi di tumore. L'obesità è più comunemente causata da una combinazione di eccessivo apporto calorico, mancanza di attività fisica e predisposizione genetica, anche se talvolta le cause sono principalmente genetiche, endocrine, da assunzione di farmaci o derivanti da malattie psichiatriche e disturbi psicologici causati dal tipo di ambiente familiare e/o sociale in cui l'individuo vive, infatti l'approccio psicologico al trattamento della malattia risulta oggi riconosciuto come fondamentale per la piena guarigione del paziente obeso. L'obesità oggi è comunque stata riconosciuta come una patologia multifattoriale. Prove a sostegno della tesi che alcune persone, nonostante mangino poco, risultino obese a causa di un metabolismo lento, sono limitate. Le persone obese hanno in genere un spesa energetica maggiore rispetto ai magri, a causa dell'energia necessaria per mantenere una massa maggiore del corpo.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©