Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

CAMPANIA: LA RICERCA SCIENTIFICA PRENDE QUOTA


CAMPANIA: LA RICERCA SCIENTIFICA PRENDE QUOTA
21/07/2008, 07:07

Potenziamento delle reti materiali ed immateriali della ricerca, distrettualizzazione degli interventi nei settori avanzati dell’aerospazio, delle biotecnologie, dell’ambiente, dei materiali e delle telecomunicazioni e internazionalizzazione del sistema territoriale imprese-centri di ricerca.

 
Sono in sintesi i punti chiave della strategia campana per la valorizzazione ed il potenziamento della ricerca scientifica, quale strumento per l’innovazione e lo sviluppo locale  presentati dall’assessore alla Ricerca e Innovazione, Nicola Mazzocca, nell’ambito dell’Expo di Saragozza 2008 dedicato all’acqua e allo sviluppo sostenibile.
 
Inoltre, nel corso della manifestazione sono stati resi pubblici gli impegni sottoscritti fra il centro di competenza regionale campano AMRA, l’Agenzia del Rischio geologico dell’Arco Latino (Provincia del PACA) e l’Istituto Geologico della Catalogna.
 
L’accordo prevede l’ideazione e la sperimentazione di un sistema di monitoraggio e analisi delle linee di confine terra mare nelle regioni sottoscrittrici dell’accordo (Campania, Catalogna, PACA). Un sistema innovativo di gestione e prevenzione dei fenomeni di erosione delle coste, delle mareggiate e dell’ostruzione dei porti.
 
Strettamente collegato al tema dell'acqua, la Regione Campania, ha presentato all'Expo i risultati di Hydranet un progetto sulla gestione delle reti idriche sviluppato dal team di ricerca del centro di competenza AMRA.
 
Hydranet attraverso apposite valvole e un innovativo sistema di controlli automatici consente di ridurre significativamente le perdite e ottimizzare la gestione delle reti idriche locali.
Inoltre, sempre nell’ambito dell’expò, sono stati presentati, dal professor Paolo Gasparini, i progetti e i risultati ottenuti da AMRA in materia di prevenzione dei rischi da variazioni climatiche per la gestione e la protezione del territorio.
 
Al convegno denominato il “Sistema della Ricerca e dell’Innovazione in Campania” hanno partecipato numerosi esponenti del mondo accademico spagnolo, rappresentanti delle istituzioni e delle imprese locali e dei governi presenti all’Expo.
 
“La presenza della Campania all’Expò di Saragozza testimonia il livello della ricerca raggiunto anche nel settore dell’ambiente, ed in particolare per la tutela della risorsa acqua” ha dichiarato l’assessore Nicola Mazzocca.
“La Regione Campania, - ha aggiunto - presentando alla rassegna spagnola i suoi progetti e i risultati conseguiti in materia di ambiente ed acqua,  dimostra la capacità di portare avanti programmi nell’ambito della ricerca percepibile qual è quella relativa alle perdite idriche sulle reti, tema che interessa l’Italia intera ma che ci accomuna anche ad altre regioni d’Europa che come noi devono risolvere problematiche legate al clima, alla costa ed al mare”.
“Stiamo creando - ha concluso -  una serie di contatti a livello internazionale proprio per mettere in sinergia le nostre capacità di ricerca, convinti della importanza dell’integrazione delle competenze”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©