Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

Campbell: salta il matrimonio in Egitto, Italia di nuovo in pole position


Campbell: salta il matrimonio in Egitto, Italia di nuovo in pole position
06/12/2010, 17:12


ROMA - Italia di nuovo in pole position per il matrimonio della top model Naomi Campbell e il magnate russo Vladislav Doronin dopo il netto no delle autorità egiziane sulla concessione del tempio a Luxor per la celebrazione il 7 dicembre. Fonti vicine alla coppia riferiscono che il rifiuto abbia fatto infuriare l'irascibile Venere Nera e che sia ritornata sui suoi passi, decidendo quindi di riprogrammare le nozze in Italia, in particolare a Vicenza o Caserta, laddove c'è sempre stata disponibilità per lo svolgimento della cerimonia. In uno dei suoi ormai famigerati accessi d'ira sembra che abbia addirittura litigato con il promesso sposo e che invece di cercare una diversa location in Egitto che crei meno difficoltà di tutela del patrimonio, abbia ricominciato a pensare seriamente di convolare a nozze in Italia. La grande disponibilità delle stesse autorità venete e campane che avevano espresso nel mettere a disposizione luoghi di prestigio risolverebbero infatti velocemente i problemi della coppia. A giugno la modella, legata al Veneto fin dai tempi del fidanzamento con Matteo Marzotto, aveva infatti ipotizzato di scegliere la chiesa di San Giorgio dei Greci a Venezia per la celebrazione del rito e una villa palladiana per il ricevimento. Immediate, e apprezzate dalla coppia, sono state le dichiarazioni delle autorità: Cristiano Paro, membro del Cda dell'Istituto Regionale Ville Venete e delegato alla valorizzazione turistica delle Ville Venete, mise infatti a disposizione Villa Contarini, residenza palladiana da mille e una notte e logisticamente comoda rispetto a Venezia. Un'altra possibilità che sta valutando la coppia è di svolgere il rito presso la Reggia di Caserta, un'ipotesi maturata durante le vacanze estive passate tra Capri, Ischia e la Costiera Amalfitana. L'enorme complesso (1200 stanze disposte su oltre 47.000 metri quadrati), utilizzato più volte per riprese cinematografiche per film del calibro di Angeli e Demoni e L'attacco dei cloni, normalmente non viene concessa per ricevimenti di nozze ma l'enorme prestigio che darebbe l'evento alla reggia e alla città aveva portato le autorità a diverse dichiarazioni di apertura e disponibilità. L'onorevole Riccardo Ventre, consigliere della Corte dei Conti e legato alla città per nascita, proprio in questo senso con un comunicato si espresse a favore della possibilità di concedere l'uso della Reggia di Caserta per i festeggiamenti. Nell'occasione anche Enzo Iodice, amministratore dell'Ente provinciale del turismo di Caserta, dichiarò che avrebbe volentieri concesso per l'evento l'opera dei Borbone nel caso in cui venisse sponsorizzato il restauro e la manutenzione dell'enorme struttura, un impegno che il magnate russo non avrebbe problemi ad onorare.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©