Cyber, scienza e gossip / Religione

Commenta Stampa

Card. Giordano: "La Chiesa deve essere un segno credibile"


Card. Giordano: 'La Chiesa deve essere un segno credibile'
22/11/2011, 15:11

"La Chiesa deve essere un segno credibile, dando agli uomini del nostro tempo in modo inequivocabile la testimonianza evangelica di distacco dal danaro e dai beni di questo mondo, di distacco dal potere e da tutto ciò che lo conferisce o lo mantiene; quindi una testimonianza di povertà, di disinteresse, di umiltà, di sincerità, di purezza, di carità". È quanto scriveva il cardinale Michele Giordano, scomparso il 2 dicembre 2010, nel suo ultimo articolo che viene ora pubblicato postumo dal giornalista Francesco Antonio Grana nel suo nuovo libro "Il cortile dei gentili", edito da L'Orientale Editrice. "Il nostro modo incoerente di vivere la fede - proseguiva il porporato - è oggi per molti una pietra d'inciampo, uno scandalo".

Il volume di Grana è arricchito dalla prefazione di Fulvio Tessitore, già Rettore dell'Università di Napoli "Federico II" e Senatore della Repubblica, che nel 1994, insieme all'allora cardinale Joseph Ratzinger, inaugurò l'anno accademico della Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale. "Mi compiaccio - scrive Tessitore - per il generoso entusiasmo di Francesco Antonio Grana e mi complimento con lui per la fedeltà che sa concepire per Benedetto XVI e per la gratitudine che sa conservare verso il cardinale Giordano, due grandi uomini di Chiesa".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©