Cyber, scienza e gossip / Religione

Commenta Stampa

Si farà a Torrevecchia Teatina, in provincia di Chieti

"Caro Woityla, ti scrivo", 18mila lettere destinate al museo

L'iniziativa è stata presentata oggi a Roma dai papaboys

'Caro Woityla, ti scrivo', 18mila lettere destinate al museo
10/10/2012, 17:56

ROMA – “Caro Wojtyla, ti scrivo”. Le lettere che in ventisette anni di pontificato sono arrivate al papa polacco finiranno in un museo. L'iniziativa, presentata oggi a Roma, si deve all'Associazione Nazionale dei Papaboys che ha pensato che il ricco patrimonio epistolare indirizzato a Karol Wojtyla non dovesse disperdersi. Di qui l'idea di conservare messaggi, preghiere e tutti gli scritti che nel lungo pontificato sono arrivati a Wojtyla in un luogo ad hoc. Il museo che ospiterà le circa 18 mila lettere si trova a Torrevecchia Teatina, in provincia di Chieti, nel settecentesco palazzo Valignani. Per l'inagurazione del museo è stata scelta una data simbolica: il 16 ottobre perché quel giorno - era il 1978 - Wojtyla è stato nominato Papa. Tra le migliaia di missive indirizzate a Wojtyla, ve ne sono alcune particolarmente toccanti e si riferiscono ai giorni dell'agonia e della morte del beato papa polacco. Tra le tante lettere scritte da bambini e da genitori di tutto il mondo, c’è per esempio chi ringrazia Wojtyla per avere ritrovato la fede perduta: “Non è un caso che ci hai cercati e noi oggi per starti vicino siamo venuti. Mi hai fatto ritrovare la fede e per questo io ti ringrazio”. C’è anche chi ha scritto a Wojtyla, grato di una sua carezza: “Caro Papa, - si legge in un'altra lettera - dentro di me porto sempre il ricordo di quel forte abbraccio che mi hai dato”. E’ stato inoltre richiesto a Papa Ratzinger di benedire una targa dedicata a Giovanni Paolo II che sarà ospitata nel “Parco della Gioventu” di Torrevecchia, dedicata allo stesso Wojtyla.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©