Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Un mese di vita e già 1000 iscritti

Chiusa su Facebook la fan page di Osama bin Laden


Chiusa su Facebook la fan page di Osama bin Laden
19/04/2010, 18:04

Fino a poche ore fa, su facebook, era possibile diventare fan persino dell'oramai mitologico leader di Al Qaeda Osama bin Laden. Un utente ancora sconosciuto aveva infatti creato un profilo a nome dell'imprendibile latitante internazionale lo scorso 25 marzo, scatenando l'interesse dei media e lo scandalo di numerosi utenti del social network. Nella sezione "Info" all'interno della quale solitamente si inserisce una breve descrizione del personaggio da celebrare, si leggeva a chiare lettere la presentazione: "ll leader dei Mujahedin".
Rimasta on-line per quasi un mese, la pagina aveva addirittura raccolto circa 1000 iscritti; dichiarati estimatori del famoso terrorista. Pagine di questo genere, che celebrano criminali più o meno noti (come ad esempio Totò Riina) non rappresentano purtroppo casi isolati su facebook e, spesso, gli amministratori non riescono ad intervenire con efficacia prima di qualche tempo. Ma il potere più grande del web è caratterizzato proprio da un forma di autocensura che sino ad oggi si è rivelata discretamente democratica e funzionante. Sui social network come sui blog, sono infatti quasi sempre gli stessi utenti dotati di buon senso i primi controllori che fanno da garanti e da segnalatori di abusi. Di questa modalità di azione si ricordi chi, fingendosi preoccupato per la legalità, cerca di imbavagliare la rete con disegni di leggi a metà tra il cialtrone ed il censorio.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©