Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

Pubblicato il video del passoagio di DD45

Ciao Ciao Asteroide. Svanito un altro sogno astronomico



Ciao Ciao Asteroide. Svanito un altro sogno astronomico
04/03/2009, 10:03

L'asteroide DD45 è passato senza far danni a 70000 Km di distanza dal nostro pianeta, facendo sosprare tutti un respiro di sollievo. Nessun pericolo era stato annunciato, ma l'immaginazione ha sempre lasciato spazio ai catastrofismi. L'asteroide di 40 metri di diametro avrebbe potuto recare molti danni al pianeta terra se avesse impattato oc il suolo terrestre. Tutti si aspettavano lo spettacolo di Tunguska nel cielo, ma quel che è rimasto del pericolo collisione è un video dell'osservatorio di Camberra che mostra un puntino di dimensioni medie che attraversa il cielo che vi abiamo allegato in anticipo rispetto agli altri siti.

Ma cos'è un asteroide?  Un oggetto simile per composizione ad un pianeta terrestre ma più piccolo, e generalmente privo di una forma sferica; ha in genere un diametro inferiore al chilometro, anche se non mancano corpi di grandi dimensioni, dacché tecnicamente anche i corpi particolarmente massicci recentemente scoperti nel Sistema solare esterno sono da considerarsi asteroidi. Si pensa che gli asteroidi siano residui del disco protoplanetario che non sono stati incorporati nei pianeti, durante la formazione del sistema. La maggior parte degli asteroidi si trovano nella fascia principale, e alcuni hanno degli asteroidi satelliti.

La maggior parte degli asteroidi orbitano tra Marte e Giove, ad una distanza compresa tra 2 e 4 UA dal Sole, in una regione conosciuta come Fascia principale. Questi oggetti non poterono riunirsi a formare un pianeta, a causa delle forti perturbazioni gravitazionali del vicino pianeta Giove; queste stesse perturbazioni sono all'origine delle cosiddette lacune di Kirkwood, zone vuote dalla fascia dove gli asteroidi non possono orbitare, in quanto si troverebbero in risonanza orbitale con Giove e ne verrebbero presto espulsi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©