Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Conferenza giovedì al Gambrinus

Città del florivivaismo, quale futuro?


Città del florivivaismo, quale futuro?
01/02/2010, 10:02

NAPOLI - Il braccio di ferro tra la Regione Campania e il Comune di Marigliano, scelto per la collocazione della piattaforma logistica a sostegno del florovivaismo dell'intero Mezzogiorno d'Italia, rischia di far perdere agli operatori di settore un'occasione storica di sviluppo e di veder svanire il prezioso sostegno dei fondi europei all'intero progetto, specie dopo il ricorso al Tar presentato dall'amministrazione comunale contro il bando per il piano di fattibilità messo in campo dall'assessorato all'Agricoltura di Palazzo Santa Lucia.

Per discutere su quale sarà il futuro della Città del florovivaismo, giovedì 4 febbraio si ritroveranno al Gambrinus (ore 11) intorno allo stesso tavolo Salvatore Colonna, presidente ConFloMer (Consorzio per lo sviluppo per florovivaismo nel Mezzogiorno), Ferdinando de Notaristefani, presidente del Mercato dei Fiori di Ercolano, Catello Cafiero, presidente del Mercato dei Fiori di Pompei-Castellammare, i presidenti regionali delle associazioni di categoria Michele Pannullo (Confagricoltura), Aurelio Grasso (Cia) e Vito Amendolara (Coldiretti).


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©