Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Studierà le variazioni della copertura ghiacciata dei poli

Clima: oggi il lancio del satellite Cryosat2


Clima: oggi il lancio del satellite Cryosat2
08/04/2010, 21:04

DARMSTADT – E’ stato lanciato oggi alle 14.57 (ora italiana) dal cosmodromo russo di Baikonur in Kazakistan il satellite Cryosat2, progettato per misurare gli effetti del cambiamento climatico sulle calotte ghiacciate dei poli. L’operazione è stata completata con successo: l’ha confermato l’Esa, l’agenzia spaziale europea.
La missione CryoSat 2, inizialmente prevista per il 25 febbraio e poi rinviata per problemi tecnici, servirà a rilevare i dettagli dei cambiamenti di forma e spessore delle calotte ghiacciate dei poli. La maggior parte degli esperti concordano nell’attribuire alle variazioni climatiche effetti drastici sui ghiacci perenni. CryoSat 2, pesa 700 chilogrammi ed utilizzerà una tecnologia radar da 720 chilometri di altitudine, per misurare lo spessore del ghiaccio che ricopre suoli e mari; secondo l’agenzia dovrebbe essere attivo per un periodo che va dai 3 ai 5 anni. “Speriamo ha spiegato all'Ap Heinrich Miller, uno dei due direttori del progetto CryoSat2 - di capire meglio il ruolo del ghiaccio marino nel sistema climatico e di saperne di più sullo spessore del ghiaccio sul suolo. Sappiamo che si sta sciogliendo, ma non sappiamo esattamente quali meccanismi sono all'opera. Ritengo che Cryosat2  sia il più sofisticato sistema mai messo a punto per studiare i ghiacci terrestri. Il costo della missione si aggira intorno ai 140 milioni di euro”.

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©