Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

L'attore intervistato dalla rivista lgbt 'Advocate'

Clooney: "Dicono che sono gay? Non me ne frega un c..."

Il divo di Hollywood vorrebbe recitare un ruolo omosessuale

Clooney: 'Dicono che sono gay? Non me ne frega un c...'
02/03/2012, 19:03

Il paese è piccolo, la gente mormora. Stiamo parlando di Hollywood. La persona oggetto di questi rumours è, da anni, George Clooney. Che – dicono alcuni – è tanto sexy quanto gay.

Uno si aspetta ampiezza di vedute e libertà, eppure l’America puritana (e non solo l’America) continua da anni con questo tormentone. Ma è vero oppure no che il più bello di Hollywood si accompagna a fidanzate ‘di facciata’ per non dichiararsi? La risposta di Clooney, intervistato dalla rivista ‘Advocate’, magazine del mondo lgbt (lesbico, gay, bisessuale e transgender), è arguta e spiritosa: “Penso che sia divertente, ma l’ultima cosa che mi vedrete fare è andarmene in giro a dire ‘Sono bugie!’. Sarebbe ingiusto e ingeneroso nei confronti dei miei amici nella comunità gay. Non permetterò a nessuno di far sembrare l’essere omosessuale una brutta cosa. La mia vita privata è privata, e sono felice così com’è. A chi fa male se qualcuno pensa che io sia gay? Sarò morto da un pezzo e ci saranno ancora persone che diranno che lo ero. Non me ne frega un c...”.

Ma George va oltre: racconta che da anni è al fianco della lotta degli omosessuali per i diritti civili e le unioni di fatto e gli piacerebbe recitare, una volta o l’altra, un ruolo gay.
E quando l'intervistatore gli fa notare che le sue battute ai Golden Globes sul nudo frontale di Michael Fassbender in ‘Shame’ lasciavano intendere che il protagonista aveva attirato parecchio la sua attenzione, Clooney ride e risponde: “Beh, andiamo! Chiunque abbia visto quel film ha esclamato ‘Oh Gesù’ nello stesso momento”.

Commenta Stampa
di Gibi
Riproduzione riservata ©