Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Concept-car Peugeot SXC


Concept-car Peugeot SXC
16/04/2011, 19:04

Atletica, potente ed elegante, la « SXC », una concept-car nata dagli Uffici Stile Peugeot del China Tech Center a Shangai, esplora un universo di crossover esclusivo e moderno.
Con SXC, svelata al Salone dell’Auto di Shangai, Peugeot ribadisce le proprie ambizioni internazionali, sublimando la sua capacità di adattarsi alle attese specifiche di ciascun mercato, ed esprimendo al contempo la sua visione del futuro e la sua capacità di associare esigenza ed emozione.


Concept : reinterpretazione del crossover
Nel 2010, Peugeot ha svelato l’evoluzione dei codici della sua identità attraverso varie concept-car: SR1 (una roadster gran turismo), BB1 (una cittadina lunga 2,50 m per 4 persone), EX1 (una roadster biposto 100% elettrica che ha battuto alcuni record di accelerazione omologati in Francia e in Cina) e HR1 (un veicolo urbano esclusivo, innovativo e iperconnesso). In occasione del Salone dell’Auto di Shangai, gli stilisti del Marchio si sono cimentati in un’altra categoria, sempre più apprezzata nel mercato cinese: quella dei crossover. Con SXC (acronimo di Shangai Cross Concept), questo tema viene rivisitato: la concept-car riprende alcune caratteristiche del mondo dei SUV (robustezza, guida in posizione alta, protezione…), senza volerne essere una caricatura, proponendo codici moderni, eleganti e raffinati, vicini all’universo statutario delle berline.
Le equipe internazionali dello Stile Peugeot, con sede nel China Tech Center, a Shangai, hanno realizzato il disegno della vettura. Peugeot afferma così la visione di uno stile forte, riconoscibile, che sa adattarsi a varie silhouette e alle diverse aspettative dei mercati.


Uno Stile forte, scultoreo e raffinato
La SXC è un veicolo dal carattere molto deciso, con uno stile che emana forza e potenza, ma il tutto senza ostentazione, grazie alle linee semplici e pure, eleganti e fluide, che sottolineano abilmente l’aspetto atletico, e persino muscoloso del veicolo. Ogni dettaglio è scolpito con precisione in una carrozzeria dai volumi impressionanti (con una lunghezza di 4,870 m, un’altezza di 1,610 m e una larghezza di 2,035 m).


Nell’anteriore, la SXC ha i nuovi codici che esprimono l’identità di Peugeot. Il tema della calandra unica e « sospesa », che sembra staccarsi dalla carrozzeria, si abbina armoniosamente con i volumi. I proiettori dall’aspetto felino, pregevolmente cesellati, le conferiscono uno sguardo penetrante che fa eco all’emblema del Marchio, il leone collocato con fierezza nell’incavo del cofano. Questo sguardo è sublimato da una sottolineatura luminosa a led, riconoscibile sia di giorno sia di notte. Questo dettaglio visivo è ripreso nei gruppi ottici posteriori, la cui forma a boomerang accompagna il movimento, molto lavorato, della coda.
Altri dettagli « High Tech » sono stati studiati attentamente, come i retrovisori affusolati che contengono le telecamere di retrovisione.
Le barre al tetto, dal disegno originalissimo, il contorno della superficie vetrata laterale… numerosi elementi sono realizzati in alluminio spazzolato, un materiale leggero, nobile e valorizzante, che evidenzia abilmente il carattere esclusivo della vettura.
I cerchi, di dimensioni generose (22 pollici), il cui disegno suggerisce raffinatezza e robustezza, contribuiscono all’equilibrio generale del veicolo.
Infine, lo stile molto protettivo della vettura, i volumi generosi, il tetto panoramico in due parti, l’accessibilità attraverso le porte ad apertura al contrario... sono la promessa di un abitacolo particolarmente ampio in cui ognuno dei 4 passeggeri beneficerà di tutte le attenzioni desiderate.


Sensazioni di guida
Una delle priorità di Peugeot è portare avanti la sua leadership ambientale negli anni a venire. Questa concept-car integra la tecnologia HYbrid4 : con un motore termico anteriore (che muove le ruote anteriori) e un motore elettrico posteriore (che muove le ruote posteriori), questa tecnologia permette di avere 4 ruote motrici quando i due motori funzionano insieme, a vantaggio della sicurezza e dell’aderenza in condizioni estreme. Consente anche di guidare, a bassa velocità, in modalità « emissioni zero » con il solo motore elettrico.
Sotto il cofano, il motore termico è l’1.6 litri THP che, per l’occasione, eroga 160 kW (218 CV) : proseguendo la sua strategia di downsizing, il Gruppo PSA utilizza le tecnologie più avanzate per realizzare motori di piccola cilindrata che associano un elevato livello di prestazioni e di efficienza ambientale.
Abbinato ad un motore elettrico da 70 kW (95 CV), l’insieme offre dunque un potenziale di 230 kW (313 CV) a fronte di consumi nel ciclo misto di soli 5,8 l/100 km e di emissioni di CO2 di 143 g/km.

L’efficacia di questa catena cinematica, abbinata al ben noto know-how di Peugeot nel comportamento stradale, permette alla concept SXC di associare l’emozione di un reale piacere di guida all’esigenza di un elevato livello di efficienza ambientale… promessa di un’esperienza di guida unica per il suo conducente.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.