Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Conclusi i trofei Abarth Selenia 2013 all’insegna dei giovani


Conclusi i trofei Abarth Selenia 2013 all’insegna dei giovani
20/12/2013, 15:46

Giovani e suspense sono stati gli ingredienti principali della stagione 2013 dei trofei Abarth Selenia Europa e Italia, che hanno decretato un vincitore per i due campionati solo nell'ultima gara, disputata a Monza. Un poker di giovani si è infatti conteso i due titoli fino all'ultimo, esaltando le doti delle Abarth 695 Assetto Corse sui circuiti più impegnativi del Continente.

Alex Campani, Luca Anselmi, Jonathan Giacon ed Eric Scalvini hanno in media solo 20 anni, ma hanno saputo sfruttare a fondo la loro automobile, dando grande spettacolo in circuito. La lotta è stata molto serrata. Dopo un inizio di stagione favorevole a Luca Anselmi, che aveva vinto le prime due gare dell'Europeo a Digione, ripetendosi poi al Nurburgring e al Red Bull Ring in Austria, con la parentesi di un successo a Franciarcorta, apertura dell'Italiano.

La seconda parte della stagione ha visto invece la rimonta di Alex Campani, iniziata a Spa Francorchamps, dove si è visto un duello corretto e appassionante tra i due, che si sono spartiti le vittorie nelle due gare. Poi Campani ha ottenuto un'importantissima doppietta a Varano de' Melegari, appuntamento valido per i 2 campionati, avvicinandosi così ad Anselmi. Quest'ultimo ha commesso un errore nella prima gara di Monza, pagato molto caro. L'esperienza di Campani, che aveva al suo attivo già due titoli Europei e un Italiano, ha fatto la differenza nell'ultimo atto.

Tra i due si è sovente inserita una coppia di giovanissimi, Jonathan Giacon ed Eric Scalvini, che sono riusciti a salire sul gradino più alto del podio in diverse occasioni, mantenendosi in lizza fino all'ultimo.

Oltre ai giovani, i trofei Abarth vedono sfidarsi anche alcuni gentleman. Quest'anno questa speciale classifica ha visto il dominio di Maurizio Campani, fratello di Alex, che non ha disputato tutte le gare in calendario, ma è riuscito ugualmente ad imporsi in ambito europeo vincendo tutte le 8 gare disputate. Nell'Italiano ha invece vinto Michele Monetti, che è riuscito a portare a termine tutte le gare.

Altro dominatore di categoria è stato Emanuele Moncini tra le Abarth 500 Assetto Corse, primo in entrambi i campionati, con 11 successi 

Le Abarth 500 Assetto Corse e Abarth 695 Assetto Corse sono state protagoniste anche del Trofeo Abarth Selenia Sweden,  del Trofeo Abarth Selenia Benelux e del Trofeo Abarth Selenia Portogallo. Sono stati in tutto oltre 150 i piloti che hanno preso parte alle 50 gare valide per i 5 campionati. Una dimostrazione di quanto la filosofia di Carlo Abarth che promuoveva la  'democratizzazione' delle corse, sia valida anche nel terzo millennio.

 

'Democratizzazione'  dimostrata dal 'Trofeo Make it your race', una competizione all'interno del Trofeo Abarth Selenia  Benelux, che ha visto la partecipazione di 6 giovani piloti - provenienti da Regno Unito, Germania, Francia, Svizzera, Benelux e Italia - che si erano contraddistinti per capacità e abilità nel gestire la pista e le emozioni durante l'edizione 2012 del talent show.

 

Sulla griglia di partenza Alberto Fontana, vincitore del 'Make It Your Race 2012', Luca Flaccadori, Fabio Keller, Darren De Mattia, Arne Krummelberger, Jerome Glesener e Fabien Jeanblanc si sono sfidati vivendo l'esperienza di una stagione da piloti professionisti.

Anche quest'anno è stato confermato il  successo di "Make It Your Race", il primo talent show per aspiranti piloti, che alla sua terza edizione, ha coinvolto 50.000 persone in tutta Europa, portando al debutto, sulla pista di Monza, i 6 finalisti, bravi nell'aver saputo superare le selezioni che prevedevano un corso propedeutico alla competizione. La storia della loro avventura è visibile in queste settimane sul canale D-MAX, in chiaro sul digitale terrestre.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©