Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Presentata questa mattina anche una guida per i ragazzi

Connessione wi-fi nell’area degli scavi di Ercolano


.

Connessione wi-fi nell’area degli scavi di Ercolano
26/04/2010, 15:04

ERCOLANO – Connessione wi-fi nell’area archeologica degli scavi. Questa mattina si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del progetto che consentirà ai visitatori di accedere ad internet senza fili nell’intera area del sito archeologico. Un progetto promosso dall’ex sindaco Nino Daniele. “Si tratta di un punto wi-fi spot gratuito - ha spiegato Daniele - installato a cura del Comune, così anche il nostro sito potrà godere di un servizio che ormai è abbastanza diffuso in tutti gli attrattori turistici, ci si potrà collegare gratuitamente e ricevere servizi. Nel tempo poi sia il Comune che la Sovrintendenza archeologica potranno attraverso questo punto trasferire anche ai turisti materiale informativo. Un servizio importante che era giusto che anche nel parco archeologico fosse garantito ai turisti”.
La conferenza stampa è stata anche l’occasione per la presentazione di una guida per ragazzi sugli scavi. “Nell’opera di valorizzazione del sito archeologico che il Comune tende a sostenere - prosegue Daniele - rientra anche la guida sugli scavi dedicata specificamente ai ragazzi in due lingue, in italiano e in inglese. È un ulteriore elemento di internazionalizzazione del nostro patrimonio culturale e di avvicinamento dei giovani alla realtà storica ed archeologica che possediamo”. Presente anche l’ingegnere Marco Caldarazzo, realizzatore del progetto: “Si tratta di un’iniziativa fortemente voluta dalla precedente amministrazione comunale - ha sottolineato Caldarazzo - ma c’è continuità anche con la neo amministrazione cittadina. Abbiamo di fatto creato questo wi-fi spot gratuito: c’è la possibilità di collegarsi ad internet all’interno dell’area degli scavi con i cellulari, gli iphone e i notebook. Si tratta del primo sperimento a livello mondiale di quest’importanza”.

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©