Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

L'Asl Napoli 2 Nord caldeggia la campagna informativa

Consumo eccessivo di antibiotici, l’allarme dell’Aifa


Consumo eccessivo di antibiotici, l’allarme dell’Aifa
23/11/2010, 16:11

NAPOLI - In Italia si utilizzano troppi antibiotici, spesso in modo inappropriato, con il rischio di danneggiare la salute e sviluppare l’antibiotico resistenza. Il consumo di tali farmaci raggiunge i livelli più alti d’Europa, con una spesa di 413 milioni di euro. A dare l’allarme è l’Agenzia Italiana del farmaco (Aifa), che lancia la campagna informativa dal titolo: "Antibiotici. Difendi la tua difesa. Usali con cautela".
La campagna dell’Aifa, realizzata in collaborazione dell’Istituto Superiore di Sanità e il patrocinio del Ministero della Salute, è finalizzata ad informare i cittadini dell’importanza di ricorrere agli antibiotici solo quando necessario e dietro prescrizione del medico che ne accerti l’effettiva utilità, di non interrompere mai la terapia prima dei tempi indicati dal medico o, comunque, solo dietro suo consiglio e di non assumere antibiotici per curare infezioni virali. A sostenere, fortemente, il messaggio lanciato dalla campagna informativa è l'Asl Napoli 2 Nord. Il Rapporto Aifa sugli antibiotici 2009 ha evidenziato che in Italia i motivi più frequenti di prescrizione di antibiotici sono le malattie dell’apparato respiratorio (40,8%), seguite da quelle dell’apparato genitourinario (18,4) e dell’apparato digerente (13,6). Nel dettaglio il maggior impiego risulta per la cistite (9,9%), la faringite (8,3%), la bronchite acuta (5,7%). Campania, Puglia e Sicilia insieme determinano quasi il 60% di tutto l’eccesso di consumi in Italia.

 

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©