Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

COPPOLA (DIRETTORE ACI NAPOLI), “L’EFFICIENZA VISIVA È IMPORTANTE ALLA GUIDA, OLTRE CHE NELLA VITA: PERCIÒ, SERVE CONTROLLARLA PERIODICAMENTE”.


COPPOLA (DIRETTORE ACI NAPOLI), “L’EFFICIENZA VISIVA È IMPORTANTE ALLA GUIDA, OLTRE CHE NELLA VITA: PERCIÒ, SERVE CONTROLLARLA PERIODICAMENTE”.
09/10/2008, 17:10

“L’efficienza visiva non è un optional, soprattutto in un ambiente come la strada dove i rischi sono sempre dietro l’angolo”. Lo ha dichiarato il direttore dell’Automobile Club Napoli, Antonio Coppola, durante la presentazione della seconda edizione della campagna di sensibilizzazione “Sicurezza stradale. Occhio alla Vista”.

“Per questo motivo – prosegue Coppola - abbiamo rilanciato l’iniziativa che tanto successo di visitatori ha riscosso lo scorso anno, con il fermo proposito di rendere sempre più consapevoli gli utenti della strada, non solo quelli che guidano ma anche i semplici pedoni, delle gravi conseguenze, in termini di incidentalità stradale, che possono scaturire da fastidi o disturbi della vista, se non opportunamente corretti”.
 
“In quest’ottica - sostiene il direttore dell’Aci Napoli – è di estrema importanza che le operazioni di controllo della vista, effettuate in occasione del rinnovo della patente, siano più severe e minuziose, perché non c’è nulla di più grave che consentire la guida ad una persona con problemi visivi senza prescriverne l’obbligo delle lenti. E, se il caso lo richiede, bisogna avere il coraggio di vietargli la guida per salvaguardare la sua vita e quella degli altri. I dati relativi ai controlli gratuiti eseguiti durante l’edizione dello scorso anno sono eloquenti: ben il 65% dei patentati lamentò carenze visive”.
 
“Chi soffre di qualche disturbo o patologia visiva – conclude Coppola – deve essere messo nelle condizioni di prendere pienamente coscienza dei rischi che corre guidando senza lenti, tanto più se prescritte. Anzi, per una maggiore sicurezza, in tali casi sarebbe opportuno tenere in auto sempre un paio di occhiali di riserva: misura questa che non sarebbe male se diventasse obbligatoria per legge. Bisogna capire che soffrire di alcuni difetti visivi non è un handicap che pregiudica la guida di un veicolo, basta, infatti, ricorrere ad una visita specialistica per porvi rimedio. Le iniziative come quelle di domenica prossima a Piazza Dante mirano proprio a diffondere la cultura della prevenzione, che significa più cura ed attenzione per sé e, quindi, per gli altri”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©