Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

CYBERCHONDRIA:L'IPOCONDRIA DEL NUOVO MILLENNIO


CYBERCHONDRIA:L'IPOCONDRIA DEL NUOVO MILLENNIO
18/12/2008, 13:12

 

 

La facilità di farsi da soli diagnosi mediche offerta da internet,sta facendo nascere una nuova generazione di malati immaginari: i cybercondriaci. Tanti cybernauti, al primo malessere, si attaccano al computer, ricercano i propri sintomi e spesso si convinconoconvincendosi di essere affetti da chissà quale terribile malattia. È la cyberchondria, l’ipocondria del nuovo millennio, nata dal web e dalla facilità di reperire online informazioni di ogni tipo. Questo nuovo fenomeno digitale sta crescendo in modo significativo dal 2000. Eric Horowitz, responsabile del progetto che studia la cyberchondria, per chiavi di ricerca come "mal di testa" hanno scoperto che i risultati che collegano questo banale sintomo al tumore al cervello sono molti di più rispetto a quelli che parlano di abbuffate o eccesso di caffeina. Il fenomeno ha ormai assunto dimensioni piuttosto vaste: secondo gli esperti circa il 2% di tutte le ricerche effettuate sul web è legato alla sfera della salute e circa un terzo del campione analizzato (5.000 dipendenti Microsoft) ha approfondito i risultati della prima ricerca fino ad arrivare a pagine che parlavano di malattie gravi. E più della metà di loro ha dichiarato che la ricerca di informazioni mediche ha interrotto almeno una volta il lavoro e le attività quotidiane.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©