Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Mobilitazione record in Campania: coinvolti 200 comuni e olt

Da Pollica parte l’edizione 2010 di Puliamo il mondo


Da Pollica parte l’edizione 2010 di Puliamo il mondo
22/09/2010, 12:09

“Puliamo il mondo insieme”: è questo lo slogan della diciassettesima edizione di Puliamo il Mondo 2010, la versione italiana del più grande evento di volontariato ambientale nel mondo, Clean Up the World, organizzata in Italia da Legambiente. Dal 24 al 26 settembre un esercito di volontari muniti di guanti, rastrelli e ramazze si ritroveranno in ogni parte d’Italia per ripulire dai rifiuti abbandonati strade, piazze, parchi, spiagge e fiumi. Capitale di Puliamo il Mondo sarà Pollica, in ricordo di Angelo Vassallo, il sindaco ucciso lo scorso 5 settembre mentre rientrava a casa. Domenica 26 settembre la diretta principale della trasmissione Ambiente Italia di Rai3 condotta da Beppe Rovera, si svolgerà sul porto di Acciaroli con amici, amministratori, personaggi del mondo della cultura per ricordare la figura di un bravo amministratore e soprattutto un amico di Legambiente e Puliamo il Mondo. Nel porto di Acciaroli e’ gia’ sbarcata la Goletta Verde di Legambiente per testimoniare la vicinanza alla popolazione e all'amministrazione e dove resterà ormeggiata fino a domenica 26 settembre.” Da 15 anni lavoravamo con lui – commenta Michele Buonomo, presidente Legambiente Campania - era un amministratore con una visione che andava oltre l'oggi, cercheremo di portare avanti tutti i progetti che avevamo pianificato con Angelo e, intanto, il 26 settembre, faremo di Pollica la capitale di Puliamo il mondo in suo ricordo». La manifestazione è stata presentata stamane presso la Sala Giunta della Provincia di Salerno. Mobilitazione record in Campania le ultime stime parlano di circa 200 comuni coinvolti, dove oltre 20mila volontari armati di guanti e rastrelli puliranno 250 aree della nostra regione. Primato alla Provincia di Salerno con circa 80 i comuni che hanno risposto all’appello di Legambiente, con oltre 6000 kit distribuiti con volontari in azione in oltre 100 aree. Un'azione concreta di recupero ambientale, ma anche un segnale forte alle istituzioni e ai cittadini per richiamarli a una maggiore attenzione alla tutela del territorio. La manifestazione è organizzata con il contributo della Provincia di Salerno e in collaborazione delle aziende Sabox di Nocera Superiore, della Centrale del Latte di Salerno e Sada SPA di Pontecagnano e la partecipazione di numerose associazioni tra le quali Ars, associazione di riqualificazione del fiume Sele che opera nei comuni di Contursi, Oliveto Citra e Ottati e Monte Nostrum Onlus di Eboli.
Oltre all’iniziativa centrale di Pollica , coinvolte le amministrazioni del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano. Da Roscigno a Stella Cilento, da San Giovanni a Piro ad Agropoli, da Pollica a Polla, da Vibonati ad Ogliastro saranno migliaia i ragazzi della scuole primaria e secondaria coinvolti nella rimozione di rifiuti lungo i sentieri del Parco, pulizia delle spiagge, lungo le rive dei fiumi, pulizia dei boschi. A Salerno appuntamento domenica 26 settembre ore 16.30 presso la piazza Monsignor Grasso quartiere Mercatello per la pulizia dei giardini, con differenziazione dei rifiuti, E momenti di educazione ambientale. A Napoli iniziative a Scampia, San Martino e San Giovanni a Teduccio.
“La partecipazione diretta dei cittadini alle operazioni di pulizia del territorio è un fattore fondamentale per scuotere le amministrazioni e chiedere una diversa determinazione nell’affrontare la questione dello smaltimento dei rifiuti – ha dichiarato Michele Buonomo, presidente regionale di Legambiente -. Nonostante i passi avanti fatti nella raccolta differenziata, in tante città purtroppo c’è ancora molto bisogno di Puliamo il Mondo soprattutto in alcuni luoghi e per certi tipi di rifiuti, come la plastica che puntualmente continuiamo a trovare abbandonata quasi ovunque. Dal prossimo gennaio anche l’Italia dovrebbe finalmente bandire l’uso dei sacchetti di plastica ma è concreto il rischio che questo divieto venga nuovamente posticipato. Chiediamo quindi ai cittadini di firmare una petizione perché l’entrata in vigore della legge che vieta l’uso degli shopper non venga prorogata e non c’è migliore occasione di Puliamo il Mondo per farlo”.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.