Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

De Magistris in prima linea per la differenziata

Il sindaco inaugura le isole ecologiche mobili, oggi Barra

.

De Magistris in prima linea per la differenziata
28/06/2011, 15:06

NAPOLI - Da questa mattina e' attiva un'isola ecologica mobile che consentira' il deposito di carta e cartone, imballaggi di plastica e alluminio, di vetro, di piccoli elettrodomestici e di rifiuti ingombranti. L'isola e' stata attrezzata in piazza Bisignano con campane dedicate e con un furgone destinato agli ingombranti. Un info-point di Asia distribuira' materiale illustrativo ai cittadini. A inaugurare il nuovo servizio il sindaco Luigi de Magistris con l'assessore all'Igiene Urbana Tommaso Sodano e il presidente di Asia Raphael Rossi. Quella di Barra e' la terza isola ecologia mobile attiva da oggi a Napoli. Altre aree sono state attrezzate nei quartieri di Miano e di Pianura. "Nella gestione dei rifiuti - ribadisce il sindaco - ci sono competenze di Provincia e Regione. Anche il Governo deve fare la sua parte, ma noi ce la faremo anche da soli". L'attivazione immediata di isole ecologiche secondo de Magistris risponde all'esigenza della citta' di rendersi piu' autonoma nella gestione del ciclo. "Per la prima volta - dice - abbiamo invertito il trend che puntava su discariche e incenerimento. Per la prima volta abbiamo lanciato un messaggio che invita al riciclo e al riuso, coinvolgendo i cittadini. Questo ha interrotto interessi di gruppi affaristici e criminali che ora si mettono di traverso". ''Napoli arrivera' al 70% di raccolta differenziata entro la fine dell'anno. Ce la facciamo sicuro, non forse''. Questa la promessa del sindaco di Napoli Luigi de Magistris, intervenuto a '24 Mattino' su Radio 24 per parlare della situazione rifiuti. ''Napoli e' mobilitata per raggiungere il porta a porta in tutta la citta' - ha aggiunto de Magistris - Dal primo settembre partiamo da 8 quartieri, gia' ci sono le isole ecologiche, oggi ne inauguriamo quattro, da luglio ci sara' una grande campagna di informazione". "Anche il presidente del calcio Napoli fara' i suoi sforzi - ha proseguito - Poi certo ci sono quelle che qui a Napoli chiamiamo le 'cicciuettole', quelli che gufano affinche' succeda sempre qualcosa. Tocchiamo interessi della criminalita', non e' che stiamo facendo il Valzer di San Carlo. Se nessuno si mette di traverso come in questi giorni, la differenziata al 70% ce la facciamo sicuro''. E all'obiezione di non avere neppure rispettato la promessa di pulire Napoli in 5 giorni il sindaco ha replicato: ''Vorrei che i giornalisti stiano attenti a pesare con correttezza le parole. Noi abbiamo detto, dopo un incontro in Prefettura, che se quanto sottoscritto fosse stato mantenuto, in 4 giorni si sarebbe pulita Napoli. Poi un sindaco si e' messo di traverso. Io posso dire che facciamo la differenziata in 6 mesi, se pero' incendiano gli impianti. Ci vuole piu' intelligenza''.

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©