Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

OMS: diventerà seconda causa di malattia nel mondo

Depressione: aumenta in Italia l’utilizzo di farmaci


Depressione: aumenta in Italia l’utilizzo di farmaci
26/03/2011, 15:03

ROMA - Mentre l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ci fa sapere che tra qualche anno la depressione sarà la seconda causa di malattia in tutto il mondo, Italia compresa, i dati registrati dal rapporto Osservasalute presentato poche settimane, sembrano confermare questa inquietante “profezia”. Nelle tasche degli italiani, infatti, si trovano sempre più frequentemente psicofarmaci. Il trend nazionale registra un forte aumento del consumo di farmaci antidepressivi, che è salito del 310% (cioè più che triplicato) dal 2000 al 2008. L'aumento dell'utilizzo degli antidepressivi interessa, indistintamente, tutte le regioni, ma quelle del Centro-Nord (in particolare, PA di Bolzano, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria) risultano avere maggiori consumi rispetto a quelle del Sud (Puglia, Basilicata, Molise).La crescita della malattia si spiega con l’aumento generalizzato della vita media, che comporta di conseguenza un aumento del rischio depressivo per la popolazione in generale. Ma la depressione non è appannaggio esclusivo dell’età adulta bensì interessa anche i bambini e adolescenti anche se i sintomi mentali, emotivi e comportamentali nei bambini spesso sono sottovalutati o addebitati superficialmente a problemi “della crescita”. Spesso la disinformazione e i pregiudizi impediscono a miglia di persone ogni anno, di ricevere cure efficaci , che oggi esistono. E’ necessario quindi sensibilizzare sempre di più la popolazione per capire questa oscura malattia che tra qualche anno potrebbe essere uno dei problemi più diffusi , insieme all’ansia, con i quali dovremo convivere.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©