Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Secondo uno studio americano riduce anche il colesterolo

Diabete: una mandorla al giorno ne previene l'insorgenza


Diabete: una mandorla al giorno ne previene l'insorgenza
21/12/2010, 20:12

STATI UNITI - La mandorla, ma in generale la frutta secca, è considerato l'alimento in grado di prevenire il diabete di tipo 2 e patologie cardiovascolari. E' quanto emerge da uno studio dell’Università di Medicina e Odontoiatria del New Jersey, condotto dalla dottoressa Michelle Wien della Loma Linda University's School of Public Health e pubblicato sul Journal of the American College of Nutrition. Sembra che l'introduzione delle mandorle nell'alimentazione quotidiana migliori la sensibilità all’insulina, diminuendo, al tempo stesso, i livelli di colesterolo LDL.
Lo studio, condotto su un gruppo d’adulti con prediabete, ad una parte dei quali, è stata arricchita la loro dieta con mandorle, in misura conforme alle raccomandazioni dell’American Diabetes Association. Si è riscontrato che 16 settimane, di un’alimentazione arricchita con le mandorle, sono state sufficienti per registrare livelli di colesterolo LDL più bassi e una migliorata sensibilità verso l’insulina, fattori di rischio per diabete di tipo 2 o malattie cardiovascolari. Si è anche rilevato che il gruppo, che aveva inserito mandorle nell’alimentazione, presentava spontaneamente un consumo inferiore di carboidrati, rispetto all’altro gruppo, cose che secondo i ricercatori, dovrebbe essere approfondito con altri studi. Secondo quanto si legge dal "Times of India", Michele Wien della Loma Linda University School of Public Healt, che ha condotto lo studio, intende soffermarsi sull'importanza della prevenzione, precisando: "E' rassicurante per le persone con fattori di rischio per le malattie croniche, come diabete di tipo 2 e patologie cardiovascolari, che cambiamenti nella dieta possano aiutare a migliorare proprio i fattori che giocano un ruolo potenziale nello sviluppo delle malattie".
Che dire un ottima notizia, in occasione del Natale, visto che la frutta secca è probabimente uno degli alimenti che non mancano mai sulle tavole degli italiani.

Commenta Stampa
di Caterina Cannone
Riproduzione riservata ©