Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Aumenta la percentuale, allarme per numero bambini obesi

Dieta mediterranea addio, italiani sempre più grassi


Dieta mediterranea addio, italiani sempre più grassi
23/04/2012, 12:04

Addio dieta mediterranea. I sani sapori di una volta hanno lasciato il posto a panini, patatine e cibo da fast food. Ed è così che continua a crescere, anche se di poco, la percentuale di italiani che ha problemi con la bilancia: nel 2010, oltre un terzo della popolazione adulta (35,6%) era in sovrappeso, mentre una persona su 10 era obesa (10,3%); complessivamente, quasi il 46% degli “over 18” aveva dei chili di troppo (era il 45,4% nel 2009). Sono questi i dati della nona edizione del Rapporto Osservasalute (2011), presentata oggi all'Università Cattolica di Roma.

C’E’ CRISI: NIENTE FRUTTA – Sarà forse colpa della crisi che ha fatto aumentare vertiginosamente i prezzi di frutta e verdura: il risultato è che nel Belpaese se ne consuma sempre meno. Nel 2009 si registra per la prima volta una flessione della frequenza di coloro che dichiarano di consumare 5 e più porzioni al giorno di verdura, ortaggi e frutta.

SOVRAPPESO, BOOM AL SUD - Confermato il gradiente Nord-Sud: le regioni meridionali presentano più persone in sovrappeso (Molise 41,8%, Basilicata 41%) e obese (Basilicata 12,7%, Puglia 12,3%) rispetto alle regioni settentrionali, anche se nell’ultimo anno sono aumentate le percentuali anche al Nord, soprattutto in Valle d’Aosta e in Friuli. Particolarmente preoccupanti i dati sui bambini in sovrappeso o obesi: la prevalenza è pari, rispettivamente, al 23% e all'11% dei piccoli da 6 a 17 anni, con valori più alti nelle regioni del Centro e del Sud del Paese.
 

Commenta Stampa
di GB
Riproduzione riservata ©