Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Diminuiscono le infezioni e i decessi per l'AIDS


Diminuiscono le infezioni e i decessi per l'AIDS
21/11/2012, 19:49

GINEVRA – È stato annunciato a Ginevra dal direttore esecutivo dell’Unaids (Programma comune delle Nazioni Uite sull'Hiv/aids), Michel Sibidè: le infezioni da HIV sono diminuite di circa 700mila casi rispetto al 2001 e anche i decessi sono calati del 25% rispetto al 2005.

Per fortuna una delle categorie che vanta il maggior progresso sono le infezioni nei bambini, scese del 24% in soli 2 anni e in alcuni paesi dell’Africa si raggiungono anche il 40% di infezioni in meno. Inoltre Sibidè ci tiene a precisare che “Il ritmo dei progressi accelera”.

Non è però tutto in discesa nella lotta contro l’AIDS. Si stima che ancora 6 milioni di persone non abbiano accesso alle terapie e oltre 34 milioni di persone siano ancora ignare della loro sieropositività. Come sempre quindi l’arma indispensabile per curare la malattia è la prevenzione. Così la Preventive Service Task Force raccomanda che tutte le persone con età compresa tra i 15 e i 65 anni debbano sottoporsi al test dell’HIV almeno una volta nella vita, in quanto una diagnosi precoce potrebbe essere fondamentale per prevenire la diffusione del virus e allungare la vita dei soggetti infetti.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©