Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Tra i loro geni, due capaci di controllare l'emoglobina

Dna: i Tibetani non soffrono il "mal di montagna"


Dna: i Tibetani non soffrono il 'mal di montagna'
14/05/2010, 20:05

UTAH – Vivono sul “tetto del mondo” ma non soffrono il mal di montagna. Il segreto dei tibetani risiede in dieci geni che permettono loro di resistere all’aria rarefatta, cosa che non succede nemmeno agli scalatori più esperti. Ad effettuare l’importante scoperta sono stati un gruppo di ricercatori dello Utah, autori di uno studio pubblicato sulla rivista “Scienze”.
Il team di esperti ha analizzato il Dna estratto da campioni di sangue prelevati in 75 villaggi tibetani, a circa 4500 metri d’altezza. Il loro genoma è stato, quindi, confrontato con quello di popolazioni cinesi e giapponesi residenti a bassa quota. La scoperta è stata impressionante: i tibetani possiedono un “tesoro” di dieci geni particolari, due dei quali sono in grado di controllare i livelli di emoglobina (responsabile del trasporto di ossigeno nel sangue, appunto) evitando l’eccesso di globuli rossi. “Per la prima volta abbiamo individuato i geni che spiegano questo meccanismo di adattamento", - ha sottolineato Lynn Jorde dell'University of Utah School of Medicine di Salt Lake City. Questo studio, aggiunge Josef Prchal dello stesso ateneo, potrà contribuire allo sviluppo di terapie contro i disturbi più o meno gravi legati all'altitudine.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©