Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

Dodici modelle per dodici zone di Napoli


Dodici modelle per dodici zone di Napoli
28/11/2011, 11:11

La valorizzazione del territorio e la bellezza di donna. A Napoli. Questa, in sintesi, la filosofia del progetto fotografico“Venere&Partenope”, percorso di rivalutazione culturale della città tramite scatti a ragazze di Napoli in zone di interesse artistico e storico, magari meno note al grande pubblico. Il calendario, esito di questo connubio, verrà presentato mercoledì 30 Novembre 2011, alle ore 18.30, all'Agorà Morelli.

Nato da un'idea del fotografo Procolo Lucignano, docente di ritratto presso l'associazione culturale Giu*Box Gallery di Michele Del Vecchio, il calendario "Venere&Partenope", grazie alle immagini di Lucignano e Vincenzo Chirichella, mira alla valorizzazione delle “bellezze di zona”, arricchite dal fascino delle donne partenopee e da didascalie informative inerenti a curiosità sui quartieri. L'art director Ester Chianelli, giornalista e event planner, ha affiancato e coordinato il gruppo della Giu*Box Gallery per la realizzazione del calendario, scelta dei luoghi, styling e dressing delle modelle scelte e selezionate in seguito a 5 casting ai quali hanno partecipato più di 80 ragazze di tutta Napoli. La realizzazione dei video che girano in rete già da qualche giorno come promozione del calendario è stata affidata a Roberta Campassi, giovane regista che mostrerà con i suoi occhi cosa significa l'incontro Venere&Partenope.

Il calendario informa il pubblico delle bellezze di quartieri spesso sottovalutati e denigrati, ma anche di quelli più noti, mettendo in risalto angoli e panorami insoliti. C'è anche una parte attiva delle modelle, che “interpreteranno”i quartieri attraverso sguardi, gesti, movenze.

Dodici foto per sette municipalità, dunque ci sono zone rappresentate anche più volte. Il calendario si rivolge anche agli enti del turismo e della cultura per incrementare un settore che attualmente è in grave declino, ed anche ad associazioni che si battono per la valorizzazione del territorio e la tutela dell’ambiente: i proventi della vendita del calendario, infatti, vanno al restauro di alcuni monumenti della città. La presentazione del calendario del 30 Novembre , sarà seguita da cene e feste di beneficenza in cui il calendario sarà ceduto per una cifra simbolica.

Modelle scelte:

Roberta Astuti (Giugno)

Nunzia Buonandi (Agosto)

Emanuela Buontempo (Marzo)

Alba Caiazzo (sett)

Andrea Capasso (Giu)

Maria Chiara Cocco (Genn)

Daniela De Vita (Dic)

Vittoria Di Lanno (Luglio)

Martina Liberti (Nov)

Erika Navarra (Apr)

Martina Petrillo (Feb)

Teresa Rosiello (Ott)

Sponsor: Provincia di Napoli, main sponsor, Hotel Royal Continental, che ha concesso la bellissima terrazza del roof garden come set fotografico per i casting, Bespoke di Antonio Gravina, Trudy del Vecchio e Vincenzo Paparone, ha messo a disposizione hair stylist innovativi e multiformi. Il salone ha ospitato le ragazze del calendario per l'ultimo casting e per tutti i backstage degli scatti all'interno del salone di Galleria Umberto - 50. Una particolare attenzione va ad Anastasia Silvia Coppola, giovane e creativa, che ha realizzato pettinature alla moda ed originali. Ancora, l'accademia “Non Solo Teatro” di Raffaella Vallone, distributore del marchio Kryolan, per la quale hanno partecipato Maria Luisa Toscano e Maria Sorrentino come make up artist, grazie alle quali le 12 modelle sono state valorizzate, la boutique Chek di Milly e Titti Anastasio, in via Michelangelo Schipa - 158, che grazie all'esperienza ventennale nel settore hanno messo a disposizione abiti e consigli di vestyling per tutti gli scatti. Poi Muse Gioielli di Roberta Siniscalco ed Alice Polli, che hanno prestato gli accessori curando ogni dettaglio di abbinamento; Officina Mediterranea di Gennaro Iervolino, Galleria del Mare, la cui esperienza nel settore dei pellami ha completato l'insieme globale delle fotografie. Infine, il I Circolo di Napoli, La Mostra d'Oltremare S.p.a., L'Orto Botanico di Napoli, la Sovrintendenza dei beni culturali di Napoli per la Tomba di Virgilio per il nel Parco Vergiliano, Padre Angelo Palumbo dei frati minori conventuali per il chiostro di San Lorenzo, Il Bagno Elena, Il Parco il Poggio, hanno tutti collaborato per la realizzazione del calendario mettendo a disposizione gli spazi come set fotografici anche in giorni in cui erano previste chiusure, così da facilitare la buona riuscita del progetto.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©