Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

E' stato invitato lo stesso Higgs, che la teorizzò nel 1964

Domani al Cern l'annuncio: trovata "la particella di Dio"


Domani al Cern l'annuncio: trovata 'la particella di Dio'
03/07/2012, 09:07

GINEVRA (SVIZZERA) - Se è una bufala, è la migliore mai organizzata. Ma il Cern di Ginevra non è noto per questo. Quindi il fatto che per domani sia stata organizzata una platea delle grandi occasioni, con l'arrivo anche dell'84enne Peter Higgs, dimostra che la scoperta è vera: hanno scoperto il bosone di Higgs. Si tratta di una particella la cui esistenza era stata teorizzata nel 1964 da Higgs, per permettere il completamento delle teorie della fisica delle particelle. Ma finora nessuno l'aveva mai trovata.
Per questo era stato costruito l'LHC, un gigantesco acceleratore di particelle formato da un anello con un diametro di 27 Km. e capace di "sparare" particelle a velocità molto prossime a quella della luce. Dopo 18 mesi di esami e di procedure di vario tipo, sembra che la particella sia stata trovata. Non c'è la certezza assoluta ("solo" una probabilità tra il 99 e il 99,9%) e per questo si stanno continuando a verificare i calcoli fino all'ultimo istante.
Naturalmente, la scoperta non è la fine di un percorso, ma l'inizio: trovata la particella, andranno studiate le sue caratteristiche, se corrisponde o meno al modello teorico disegnato 48 anni fa e così via. Un insieme di cose che impegneranno gli scienziati e i fisici ancora a lungo e che potrebbero portare a nuove scoperte.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©