Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

Dormire male danneggia la memoria

I risultati di una ricerca della Standford University

Dormire male danneggia la memoria
27/07/2011, 16:07

Padroneggia la forte convinzione che dormire tanto faccia bene e che comporti il giusto riposo. Uno studio della Standford University dimostra il contrario: è importante la qualità del sonno e non la quantità. Insomma si può anche dormire tre ore a notte, l’importante è farlo bene, senza disturbo. I ricercatori hanno analizzato il comportamento di alcuni roditori: durante il sonno sono stati inviati nel loro cervello degli impulsi luminosi, che gli hanno creato disturbo nella qualità del sonno e non nella quantità. La reazione: i topi non distinguevano più gli oggetti, dimostrando di aver abbassato le competenze legate alla memoria.
“La continuità del sonno è uno dei principali fattori interessati da diverse condizioni patologiche che colpiscono la memoria, tra cui l’Alzheimer e altri deficit cognitivi legati all’età”, spiega Luis De Lecea, coordinatore della ricerca.  

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©