Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Con il contributo della Fondazione Sorrento e del Comune

E’ in arrivo all’ospedale di Sorrento una TAC di ultima generazione


E’  in arrivo all’ospedale di Sorrento una TAC di ultima generazione
09/07/2009, 18:07

Il Sindaco Marco Fiorentino ha ricevuto questa mattina una nota ufficiale dal Commissario Straordinario dell’ASL 3 Loredana Cici, contenente i ringraziamenti ufficiali nei confronti dell’amministrazione della Città di Sorrento e della Fondazione, che lo scorso mese di Febbraio, avviarono una raccolta fondi nel corso di un galà di beneficenza. Durante la serata, organizzata in occasione della cittadinanza onoraria a Sofia Loren, Comune e Fondazione avevano avviato la raccolta mirata a contribuire all’acquisto per l’ospedale Santa Maria Della Misericordia, di una TAC di nuova generazione. Uno strumento diagnostico moderno la cui fruizione sarebbe stata appannaggio di tutti i cittadini della penisola sorrentina e del comprensorio. Stamattina, in Comune è arrivato l’annuncio ufficiale da parte del commissario dell’ASL, che ha comunicato al Sindaco l’avvenuto ordinativo della TAC, che sarà acquistata anche grazie al loro contributo raccolto con l’iniziativa di beneficenza, e che sarà installata a breve nel centro attrezzato del presidio ospedaliero di Sorrento. Soddisfazione è stata espressa dal Sindaco Marco Fiorentino, che considera quest’atto un successo per tutta la comunità cittadina, ma anche per l’intero comprensorio, dato che l’installazione di un così moderno strumento diagnostico garantisce ancor più l’assistenza sanitaria che è essenziale in un territorio, quale la penisola, distante dai centri specialistici e che presenta problematiche per i collegamenti. “Con la TAC” dice il Sindaco Marco Fiorentino “viene ancora più garantita la salute pubblica sul territorio”. Soddisfazione per la notizia dell’acquisto, al quale ha contribuito la raccolta fondi, è stata anche espressa dal Presidente della Fondazione Sorrento Luigi Aponte che ha dichiarato “Quando si creano importanti sinergie tra pubblico e privato attraverso queste iniziative, si dimostra come si possa dare un sostegno fattivo ai reali bisogni della comunità. Questo è solo un primo passo” ha concluso Aponte “bisogna continuare in questa direzione con l’aiuto della cittadinanza per raggiungere obiettivi comuni”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©