Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Ecopatente, l'uso ecologico dell'automobile


Ecopatente, l'uso ecologico dell'automobile
23/06/2010, 13:06

ROMA. Dopo il successo raccolto dalla prima edizione di EcoPatente, il progetto si ripete, interessando coloro che si iscriveranno, nel periodo compreso tra giugno 2010 e febbraio 2011, ad un corso presso le Autoscuole italiane Confarca che aderiranno all’iniziativa. Ad ogni Autoscuola verrà inviato un kit didattico per la formazione sulle regole di conduzione dei mezzi nel rispetto dell’ambiente.
I futuri automobilisti, al termine del corso, per ottenere l’attestato di ecoguidatore dovranno superare un questionario. Se risponderanno correttamente alle domande riceveranno l’EcoPatente e parteciperanno ad un concorso a estrazione.
Nell’ambito del percorso formativo dell’EcoPatente, vengono evidenziate alcune tecnologie per le automobili che consentono di ridurre consumi ed emissioni. Tra i sostenitori dell'iniziativa, il cambio robotizzato Amt "Freechoice" e l’area dell’infomobilità e della telematica per monitorare l’utilizzo della vettura, i flussi di traffico, ottimizzare i costi di esercizio dell’auto e le emissioni e favorire una navigazione intelligente.

L'Ecopatente 2010 è promossa da Legambiente in collaborazione con la Confederazione delle autoscuole riunite e consulenti automobilistici (Confarca) e patrocinato dal ministero dell’Ambiente e della Gioventù.

Commenta Stampa
di la redazione
Riproduzione riservata ©