Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Enel : In campania triplicati gli impianti da fonti rinnovabili


Enel : In campania triplicati gli impianti da fonti rinnovabili
28/01/2011, 13:01

Napoli, 28 gennaio 2010 – Sono 2.141 i nuovi impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili di privati, Enti o Pubbliche Amministrazioni che Enel ha connesso alla rete elettrica in Campania nel corso del 2010. Una cifra consistente che, aggiungendosi ai 732 già connessi fino al 2009, fa praticamente triplicare il numero di impianti verdi presenti sul territorio.

E’ un dato significativo in termini di penetrazione e testimonia una forte attenzione nei confronti dell’ambiente che si coniuga alla possibilità di remunerare rapidamente l’investimento grazie agli incentivi statali previsti dal Conto Energia.

Di questi nuovi impianti oltre il 90% produce energia grazie al sole e vanno da una potenza installata minima di 1,5 kW ad un massimo di 6 MW. Per la maggior parte si tratta di impianti di piccola e media taglia dai 3 ai 30 kW, la cui quantità è pari all’80% del totale delle attivazioni.

Complessivamente, grazie all’energia proveniente dal sole e al lavoro svolto da Enel in fase di connessione, all’inizio del 2011 la Campania si è arricchita di altri 27 Megawatt (MW) di energie rinnovabili, in grado di coprire il fabbisogno energetico di oltre 12.000 famiglie.

Le province più virtuose, che spiccano all’inizio del 2011 sia per il numero di nuove connessioni alla rete che per potenza installata, sono quelle di Salerno, con 883 impianti e oltre 9 MW e Napoli, con quasi 685 impianti e oltre 7 MW; terzo posto per Caserta con 559 impianti per oltre 10 megawatt complessivi. La classifica si completa con Avellino con 389 impianti e Benevento con 357 impianti, con una potenza di oltre 4 megawatt per ciascuna provincia

‹‹Abbiamo raggiunto questi risultati anche grazie all’impegno costante di Enel che opera sia per rispondere con efficienza alle richieste di allacci alla rete di impianti fotovoltaici, che nel 2010 sono state tantissime, sia per sviluppare un progetto di rete per il futuro ormai prossimo. - Afferma Sergio Severa, Responsabile Vettoriamento di Enel Distribuzione Campania - Una rete elettrica simile a internet: tutti accedono, prendono e forniscono energia, scambiano informazioni e sono “attivi”. La rete elettrica del futuro sarà quindi intelligente (Smart Grid) e in grado di far dialogare produttori e consumatori, di interpretare in anticipo le esigenze di consumo e adattare con flessibilità la produzione. Si tratta di una evoluzione che vedrà affermarsi la figura dei cosiddetti Prosumers, produttori ma anche consumatori, che contribuiranno allo sviluppo dele rinnovabili e del mercato elettrico: L’Italia è in prima fila nello sviluppo di queste reti anche grazie ai milioni di contatori elettronici istallati da Enel su tutto il territorio››.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©