Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Sabato giornata all'insegna di energia, musica e sport

Enel apre al pubblico la centrale idroelettrica di Capriati (Ce)


Enel apre al pubblico la centrale idroelettrica di Capriati (Ce)
22/10/2010, 13:10

CASERTA -  Visite, giochi, spettacolo e sport nella centrale idroelettrica e presso il villaggio Enel - San Rocco a Capriati a Volturno, per famiglie, bambini, giovani e meno giovani in occasione dell’ultimo appuntamento in Campania con “Centrale Aperta”, giunto alla sua ottava edizione.
L’iniziativa “Centrale Aperta” è nata nel 2002 con lo scopo di aprire al pubblico il grande patrimonio tecnologico di Enel, con l’obiettivo di avvicinare la popolazione sensibilizzandola sulle capacità tecniche della maggiore industria elettrica italiana, sulle profonde doti umane di chi ci lavora con sacrificio e dedizione e sull’attenzione verso la tutela dell’ambiente che attraverso lo studio e la ricerca Enel impiega nei suoi impianti.
Sabato 23 ottobre porte aperte alla centrale idroelettrica di “Capriati” a Capriati a Volturno, in provincia di Caserta (Via Moccioni, 3).
E' per me e per la comunità che rappresento motivo di orgoglio e soddisfazione ospitare sul mio territorio un evento così importante come quello di domani "Enel Centrale Aperta" - il dichiarato Giovanbattista Viccione Sindaco di Capriati a Volturno - E' una importante occasione per promuovere l'idea di una energia pulita prodotta in un ambiente sano e incontaminato e per promuovere il nostro territorio, questo sito in particolare rappresenta un piccolo gioiello incastonato in questo habitat meraviglioso.

Il nostro comune ha investito notevoli risorse per valorizzare ed attrezzare questo spazio ed è mia intenzione dare impulso a questa iniziativa promuovendo attività che valorizzino il sito possano creare attrazione e sviluppo per il nostro territorio, tutto nel rispetto dell'ambiente e della natura in piena sintonia con il Parco del Matese di cui siamo parte integrante. Sono felice di accogliere ed ospitare sul mio territorio gli studenti delle scuole del comprensorio ed oltre. I giovani sono il veicolo ideale per trasmettere i valori della salvaguardia della natura e del territorio".
“Siamo lieti di aprire questa centrale, antica dal punto di vista storico con i suoi 50 anni ma modernissima e attuale dal punto di vista tecnologico. – ha dichiarato Pietro Navatta, responsabile Enel Nucleo Idroelettrico Presenzano - Lo scopo di questa manifestazione è quello di far entrare il pubblico in diretto contatto con il pianeta energia, a partire da una delle più importanti fonti energetiche rinnovabili esistenti in natura : l’acqua”.

Ricchissimo il programma della giornata:

A partire dalle 10 i tecnici Enel saranno a disposizione per visite guidate all’impianto, alla scoperta dei segreti della produzione di energia e del grande patrimonio tecnologico e storico di Enel.
Ed ancora: spettacoli di magia e giochi gonfiabili per i più piccoli, esibizione di arte circense con tessuto e trapezio, esibizione degli Sbandieratori delle Torri Metalliane di Cava dei Tirreni (Salerno), musica dal vivo con il gruppo “Kjusa Parentesi”, spettacolo di addestramento cani.
Sarà inoltre possibile visitare all’interno della Centrale Capriati la mostra fotografica e documentale “Un percorso dell’energia” a cura dell'Archivio Storico Enel che ripercorre le tappe fondamentali della costruzione della centrale.

Il progetto della centrale di Capriati a Volturno risale al 30 ottobre 1954 ma i lavori di esecuzione ebbero inizio solo alcuni anni dopo. Il 24 novembre del 1961 l' Avv. Vito Antonio Di Cagno, Presidente della Società Elettrica Meridionale, in una sua corrispondenza con l'allora Ministro della Pubblica Istruzione, faceva presente che "per la costruzione di nuovi impianti per la produzione di energia elettrica il Gruppo SME ha incluso l'impianto del Sava-Lete nella provincia di Caserta. I lavori per l'esecuzione dell'impianto si svolgeranno nei Comuni di Letino, Gallo, Ciorlano e Capriati a Volturno e per essi è prevista la durata di circa 4 anni con l'impiego di circa 10.000.000 di ore lavorative".

I lavori per la costruzione della centrale di Capriati al Volturno furono eseguiti sotto la direzione dell'Ing. Mario Bancale e il costo delle opere ammontò a 7 milioni di Lire (opere reversibili per 4 milioni, condotte forzate per 1,3 milioni, macchinario e apparecchiature per 1,7 milioni).
Un appuntamento da non perdere. Una simpatica opportunità per trascorrere una giornata all’insegna della cultura, del divertimento e dell’energia, che Enel dedica a tutti coloro che usufruiscono ogni giorno di questo importante bene, per comprendere il lavoro e l'impegno di quanti ci lavorano e che permettono alle fabbriche dell'energia di operare nel pieno rispetto dell'ambiente.

L’impianto idroelettrico di Capriati è un impianto di produzione e pompaggio misto avente potenza efficiente di 113 MW. Esso utilizza i deflussi del fiume Sava, del fiume Lete scaricati dalla sovrastante Centrale Gallo e quelli delle sorgenti Mulini e Capo le Mandre derivate in gronda. Tali deflussi sono invasati nel serbatoio di Gallo per essere turbinati nella centrale di Capriati, dotata di due gruppi ternari di produzione idroelettrica, ciascuno della potenza di 60 MVA, costituiti ciascuno da un generatore - motore sincrono, una turbina ed una pompa centrifuga.



Le acque utilizzate dalle turbine sono immagazzinate in un bacino di accumulo, ubicato immediatamente a valle della centrale, per essere ciclicamente pompate nel sovrastante serbatoio di Gallo.



Nel 2009 la Centrale Capriati ha prodotto una quantità di energia sufficiente a sossisfare il bisogno energetico di oltre 30 mila famiglie



E’ possibile consultare il programma completo della giornata sul sito www.enel.it/centraliaparte2010

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©