Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Enel e Renault: accordo per la mobilità elettrica


Enel e Renault: accordo per la mobilità elettrica
09/04/2010, 14:04

Parigi, 9 aprile 2010 – Enel, Endesa e l’Alleanza Renault-Nissan hanno sottoscritto un accordo preliminare di collaborazione finalizzato allo sviluppo della mobilità elettrica che copre varie aree geografiche.

L’accordo è stato firmato ieri sera da Fulvio Conti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Enel, da Patrick Pélata, Direttore Generale del Gruppo Renault, e da Hideaki Watanabe, Direttore Generale dello Zero Emission Business dell’Alleanza, a Parigi in occasione del Quinto summit italo-francese, presieduto dal Primo Ministro italiano Silvio Berlusconi e dal Presidente francese Nicolas Sarkozy.

L’accordo prevede:

• lo studio della compatibilità tecnica tra l’infrastruttura di ricarica di Enel e i veicoli elettrici Renault e Nissan, soprattutto per quanto riguarda l’interfaccia di potenza, la sicurezza e il protocollo di comunicazione;

• l’approfondimento dello sviluppo di offerte integrate di prodotti e servizi per i clienti dei veicoli elettrici;

• l’analisi delle diverse tecnologie di ricarica e dei servizi associati all’infrastruttura di ricarica;

• lo studio del ciclo completo di vita della batteria, compreso l’eventuale impiego come sistema di accumulo di energia prodotta da fonti rinnovabili nella seconda parte del suo ciclo di vita;

• la valutazione congiunta per lo sviluppo di progetti pilota in aree da individuare in Italia, in Spagna e in America Latina.


La mobilità elettrica è un settore con un ampio potenziale in termini di miglioramento ambientale nel trasporto urbano. La sostituzione di un veicolo tradizionale con un veicolo elettrico non solo abbatte radicalmente il rumore e le emissioni inquinanti a livello locale, ma riduce anche le emissioni di CO2 fino al 45%, considerando già l’attuale efficienza media del parco di generazione italiano. Se poi venisse utilizzata energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili e da centrali nucleari, le emissioni si ridurrebbero praticamente a zero.


Renault e Nissan sono fortemente impegnate nello sviluppo dei veicoli elettrici e orientate ad una diffusione di massa della mobilità a zero emissioni, quale soluzione di mobilità sostenibile del prossimo futuro. Fra il 2011 e il 2012, Renault lancerà una gamma completa di 4 veicoli elettrici: il veicolo urbano TWIZY Z.E., la berlina compatta ZOE Z.E., la berlina familiare FLUENCE Z.E. e la furgonetta commerciale KANGOO Z.E. Alla fine del 2010, Nissan lancerà LEAF, il primo veicolo al mondo completamente elettrico accessibile per il mercato di massa. Le vendite inizieranno negli Stati Uniti, in Giappone e in alcuni mercati europei, prima della commercializzazione di massa nel 2012.

Enel, leader a livello nazionale nel campo della mobilità elettrica, partecipa ai principali gruppi di lavoro e progetti europei di standardizzazione e sviluppo tecnologico e sta sviluppando un proprio sistema di infrastrutture di ricarica intelligente, basato sulla tecnologia del contatore digitale, di cui è leader mondiale, grazie all’installazione, in Italia, di oltre 32 milioni di contatori “intelligenti”. Enel, inoltre, sta ideando offerte e servizi aggiuntivi che rendano la mobilità elettrica sempre più pratica, accessibile e conveniente.

Endesa è fortemente impegnata nello sviluppo di modelli di trasporto sostenibili basati sul veicolo elettrico che considera una delle leve principali nella sua lotta contro il cambiamento climatico, così come stabilito nel Piano Strategico di Sostenibilità 2008-2012.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©