Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Estate: allergie, attenti al pesce crudo e frutta esotica


Estate: allergie, attenti al pesce crudo e frutta esotica
31/07/2011, 12:07

ROMA – L’estate è un periodo particolarmente critico per i vacanzieri soggetti allergici.  Ma non solo, anche  infezioni e punture di insetti, spesso rovinano le vacanze degli italiani. In particolar modo sono i turisti che possono incappare in punture di imenotteri quali api, vespe e  calabroni . Ma non solo,  altre insidie  possono arrivano dalla tavola, soprattutto quando si fa ingestione di pesce e frutti di mare crudi, e dalle reazioni allergiche a frutta secca o a frutta con il nocciolo e anche a frutta esotica. A mettere in allerta, alla vigilia di gran parte delle partenze estive, e il presidente della Siaic, Società Italiana Immunologia e Allergia Clinica, Massimo Triggiani che tra le allergie estive annovera anche le reazioni da contatto con le meduse o particolari pesci nel Mar Rosso o ai Caraibi, soprattutto in paesi esotici.
''Tra i rischi a cui sono esposti i soggetti con allergie alimentari che si recano in posti esotici - spiega Sebastiano Gangemi, direttore della Scuola di specializzazione e della U.O.C. di Allergologia e Immunologia Clinica dell'Università di Messina - va citata l'ingestione di vari tipi di frutta "esotica" (kiwi, ananas, mango, papaya, avocado) che ha similitudini molecolari (cross-reattivita') con il lattice della gomma a cui una percentuale della popolazione e' allergica, o la frequente ingestione di alimenti ittici crudi che possono evocare reazioni allergiche o essere infestati da parassiti come l'anisakis (puo' trovarsi nel merluzzo, tonno, acciughe, alici, sgombro, sardine) che può indurre reazioni allergiche anafilattiche''.
 ''Se l'allergia si è già manifestata - conclude Donatella Macchia, Allergologo Immunologo clinico - l'allergico deve portare con sé antistaminici, cortisonici, sia in compresse che in fiale intramuscolo, e l'autoiniettore d'adrenalina che, se ha già avuto manifestazioni gravi, ha ricevuto in dotazione dallo specialista allergologo. Se si è allergici a farmaci o si è avuto reazione ad antidolorifici/antipiretici, portare con sé quelli che sono stati consigliati dallo specialista allergologo e non affidarsi al caso o all'improvvisazione''.
 

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©