Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Estate torrida, assistenza agli anziani

Una risposta per attenuare i disagi della terza età

Estate torrida, assistenza agli anziani
05/08/2013, 11:58

Anche dai giornali degli ultimi giorni continua ad emergere il triste dato che vede la Campania all’ultimo posto per quel che riguarda l’assistenza agli anziani. Dal censimento delle strutture per la terza età risulta, infatti, che, ogni 120 abitanti è disponibile un sol posto. In un’intervista, Mario Scognamiglio, direttore del Dipartimento delle Fragilità dell’Azienda sanitaria locale, ha sottolineato che “Fin quando possibile, l’anziano dovrebbe restare nel contesto che gli è familiare. Per farlo, è indispensabile rafforzare le misure di sostegno a domicilio e prendere in considerazione anche variabili non sanitarie”. In effetti, un’importante ed efficace “variabile non sanitaria” in Campania c’è ma, complici la poca conoscenza di uno strumento nuovo e la cattiva abitudine a non distaccarsi dalle vecchie abitudini, è ancora poco usata. Si tratta della Card della Salute (www.cardsalute.com), uno strumento che mette il paziente al centro della sanità personalizzata. Un network di servizi che collega, in maniera rapida, funzionale e sicura, ogni utente con ciò di cui ha bisogno. Nel caso degli anziani, con una semplice telefonata (numero verde 800.33.33.30), e a costi molto più bassi di quelli proposti dalla sanità privata (abbassamento dei costi reso possibile dalla grande rete di professionisti e fruitori), è possibile ottenere assistenza socio-sanitaria a domicilio. Dalla visita specialistica all’assistenza personale (che va dalla cura dell’igiene, all’accompagnamento esterno, fino alla semplice compagnia), dal monitoraggio di uno stato valetudinario, a medicamenti infermieristici, dagli esami del sangue ad approfondimenti ecografici e radiografici. E tutto questo con un profilo paziente sempre aggiornato e condiviso tra i medici, gli infermieri, gli assistenti che, di volta in volta, si occupano della stessa persona, una velocità d’intervento pressoché immediata, la riconoscibilità del personale che interviene e, non ultima, una chiarezza fiscale che evita imbarazzi o dislivelli. Le Card della Salute, che sono condivise e gestite da una rete di medici, associazioni e cooperative dell’ambito medico-assistenziale, hanno un costo annuo di 4 euro ma, nell’ambito di un investimento iniziale, ne sono state distribuite mille gratuitamente richiedibili alle 10 municipalità di Napoli. Il network Card della Salute, resta aperto ed attivo anche d’estate. Come sottolinea Gennaro Parlati, il coordinatore del progetto, “abbiamo messo a punto una rete di servizi capace di rendere più agevole possibile, soprattutto in vista dell’avvicinarsi di una stagione caldissima e, per questo, faticosa per gli anziani, l’assistenza domiciliare a costi socialmente sostenibili”.  

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©