Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

L’ex re dei paparazzi parla delle sue condizioni fisiche

Fabrizio Corona, una lettera per Verissimo scritta dal carcere


Fabrizio Corona, una lettera per Verissimo scritta dal carcere
21/11/2013, 20:00

È rinchiuso nel carcere di Opera da qualche mese per scontare la pena di 7 anni ma Fabrizio Corona non molla e continua a far parlare di sé. L’ex re dei paparazzi, infatti, dal carcere ha scritto una lettera a Silvia Toffanin, conduttrice del programma di canale 5 Verissimo, in cui racconta un po’ la sua vita da detenuto.
Dopo mesi di reclusione, Corona ha potuto incontrare il figlio Carlos – nato dall’unione con la bella Nina Moric – solo qualche giorno fa perché la bella croata era contraria a portare il figlio in carcere. Ora, però, sembra aver cambiato idea e Fabrizio Corona ha potuto riabbracciare suop figlio, seppur per poco tempo, come riporta Novella 2000.
“Io in questo momento non provo più rabbia, né rancore per chi mi ha condannato e inflitto questa pena così eccessiva e così assurda ma anzi lo ringrazio perché mi ha dato la possibilità di capire tante cose, mi ha aiutato a riconoscere i tanti sbagli, ad ammettere gli errori, a guardarmi dentro, nel profondo della mia anima e a capire finalmente, a quasi quarant’anni, chi sono e cosa voglio veramente“. Inizia così la lettere di Corona, riportata dal quotidiano Libero. “Stare in prigione in questo paese è come morire lentamente, ma io continuo a vivere lo stesso, di notte, nei miei sogni, anche attraverso i ricordi di quella che è stata la mia incredibile vita“, scrive ancora Fabrizio Corona nella lettera. 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©