Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Chiusa una pagina che chiedeva legalizzazione della pianta

Facebook censura la marijuana e Facebook protesta


Facebook censura la marijuana e Facebook protesta
27/08/2010, 15:08

Ancora proteste degli utenti verso il comportamento di Facebook. Questa volta tutto nasce da un gruppo che chiede la legalizzazione della coltivazione della marijuana, dal titolo "Just Say Now" e l'immagine della foglia della pianta. Inizialmente il gruppo spopola, resta sul social network dal 7 al 16 agosto. Poi improvvisamente viene bannata, con solo una spiegazione di uno dei portavoce, Andrew Noyes, che ha ricordato come la foglia di marijuana serve per fumare e quindi usarla come immagine è contro le politiche del social network.
A questo punto è scattata la protesta degli aderenti al gruppo, che hanno gridato alla censura e hanno lamentato l'impossibilità di supportare la cosiddetta Proposition 19, un referendum nel quale si chiede di legittimare l'uso della marijuana, con opportune regolazioni, e introdurre anche la tassa come per tutti gli altri prodotti. Le proteste contro la direzione del social network si sono alla fine esplicitate in una forma che ormai sta diventando comune: centinaia di persone hanno messo l'immagine della foglia di marijuana sul proprio profilo.
Certo, resta un comportamento, quello di Facebook, che probabilmente è legalmente ineccepibile, ma resta molto scorbutico verso gli utenti. Perchè non limitarsi ad avvisare?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©